FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fase 2 , multati a Milano i ristoratori che protestavano perché "senza futuro" | Botta e risposta tra Salvini e Beppe Sala

Lʼassessore comunale Maran: "La legge è uguale per tutti, conoscono norme sullʼassembramento. Cerchiamo soluzioni per alleviare disagio"

La protesta di un gruppo di ristoratori, che ha manifestato a Milano disponendo centinaia di sedie vuote davanti all'Arco della Pace in vista della riapertura con le nuove norme, si è conclusa con l'intervento della polizia che ha sanzionato venti persone. Così dalla piazza reale la protesta si è spostata in quella virtuale dove è nato un botta e risposta politico tra il leader della Lega Matteo Salvini e il sindaco Beppe Sala

I commercianti: "Se apriamo falliamo"Nella mattinata ristoratori e gestori di bar del capoluogo lombardo avevano protestato contro la situazione economica disastrosa in cui versano a causa del coronavirus e la mancanza di prospettive. "Non c'è futuro per le nostre attività, se apriamo falliamo. Le spese a cui andiamo incontro sono troppe, non ci permettono di licenziare e dobbiamo pagare affitti e bollette e il fatturato sarà inevitabilmente più basso", avevano affermato ai microfoni di Mattino Cinque. Ma subito dopo era intervenuta una pattuglia della polizia e la protesta era rientrata.

 

L'assessore Maran sulle sanzioni: "La legge è uguale per tutti" Dinanzi alle sanzioni è rimasta impassibile l'amministrazione comunale che attraverso la voce dell'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran ha commentato: "Non si possono fare assembramenti: non lo sapevano? Hanno fatto una scelta e ne traggano le conseguenze". Maran ha però ribadito l'impegno del Comune per aiutare i ristoratori: "Siamo attivissimi sul fronte della ricerca di soluzioni per alleviare il disagio - ha concluso -. Stiamo cercando di togliere il costo per i tavoli esterni, per ridurre drasticamente la tassa sui rifiuti: su tutto questo bisogna fare più dell'impossibile",

 

Botta e risposta tra Salvini e Sala Il leader della Lega Matteo Salvini invece si subito è schierato con i manifestanti attaccando il sindaco Beppe Sala, che ha replicato "a caldo": "Riecco il campione delle fake news, non ci mancava. Matteo Salvini, campione delle fake news in campagna elettorale permanente, accusa il Comune di Milano di aver multato i ristoratori che stavano protestando in piazza. Salvini mente sapendo di mentire. Il Comune e la polizia locale non c'entrano nulla". A stretto giro è arrivata la controreplica di Salvini: "Ai commercianti milanesi puniti stamattina interessa poco se le incredibili multe da 400 euro arrivano dal Comune o dallo Stato, a loro interessa solo poter lavorare in sicurezza. Sarebbe utile quindi che il sindaco del Pd chiamasse i suoi ministri del Pd per chieder loro di non massacrare cittadini onesti e rispettosi, a Milano e in tutta Italia". 

 

"Se apriamo falliamo!", la protesta dei ristoratori a Milano

Sedie vuote disposte in fila. Così i gestori di bar e ristoranti di Milano, radunati davanti all'Arco della Pace, vogliono ricordare la loro drammatica situazione per il coronavirus.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali