FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

False foto hot, Emilio Fede condannato a 2 anni e 3 mesi

Il giornalista avrebbe fatto confezionare alcuni fotomontaggi per ricattare i vertici di Mediaset

False foto hot, Emilio Fede condannato a 2 anni e 3 mesi

Un'altra condanna per Emilio Fede: l'ex direttore del Tg4 è stato giudicato colpevole per la vicenda di alcuni falsi fotomontaggi hot e gli sono stati inflitti 2 anni e 3 mesi di reclusione. Fede avrebbe fatto confezionare i fotomontaggi per ricattare i vertici di Mediaset quando fu licenziato nel 2012, per ottenere un accordo di uscita più vantaggioso. Il 12 giugno il giornalista era stato condannato a tre anni e mezzo per concorso in bancarotta.

Il giudice Alberto Carboni della sesta sezione penale ha confermato un'imputazione di tentata estorsione, ha riqualificato in tentata estorsione un'ipotesi di estorsione e ha riqualificato un'accusa di violenza privata in minacce. Nel processo erano parti offese Rti-Mediaset e Confalonieri con il legale Lucio Lucia.

 

Tre giorni fa Fede è stato condannato per il caso del prestito di Silvio Berlusconi a Mora per salvare la sua Lm Management: il giornalista avrebbe trattenuto per sè circa 1,1 milioni di euro. 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali