FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Donna carbonizzata a Gorlago, vittima colpita quattro volte in testa

Sul cranio di Stefania Crotti sono stati rilevati quattro fori causati da un oggetto appuntito, compatibile con il martello trovato sotto il cadavere

Donna carbonizzata a Gorlago, vittima colpita quattro volte in testa

Dall'autopsia eseguita sul corpo di Stefania Crotti, uccisa a Gorlago (Bergamo) e poi bruciata, è emersa la presenza di 4 fori sul cranio causati da un oggetto appuntito compatibile con il martello trovato sotto il cadavere. Non è ancora possibile stabilire il momento del decesso e serviranno nuovi esami per capire se la donna era già morta quando è stato dato fuoco al corpo. A confessare l'ex amante del marito, che però nega di averla colpita.

"L'ho spinta durante il litigio. Ho abbandonato il corpo di Stefania, ma non l'ho bruciato", ha dichiarato la Alessandri. il corpo. Il gip del Tribunale di Brescia Tiziana Gueli scioglierà mercoledì la riserva sulla convalida del fermo.

Il legale dell'ex amante: "Nessuna premeditazione" - "La mia assistita ha risposto alle domande e ha ricostruito quanto accaduto. Ribadendo di non aver bruciato il corpo. Ha negato qualsiasi tipo di premeditazione", ha affermato l'avvocato difensore di Chiara Alessandri, Gianfranco Ceci. "Stiamo valutando se effettuare una perizia psichiatrica", ha aggiunto il legale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali