FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, "ho perso mio padre e mio marito carabiniere nel giro di una settimana"

In poco più di una settimana, Cristina Magni, 37 anni, nella Bergamasca, ha visto morire il padre e il marito Claudio, appuntato dei carabinieri

 coronavirus bergamo

Quando il marito Claudio Polzoni, carabiniere, ha iniziato a stare male, "credevamo che fosse solo influenza, ma la situazione peggiorava di giorno in giorno". Una notte il militare è peggiorato, ma il medico, sentito per telefono, non ha voluto ricoverarlo. La mattina non respirava ed è stato ricoverato in ospedale". Poi è morto. E' il drammatico racconto di Cristina Magni, che nel giro di una settimana, ha perso padre e marito per il coronavirus, due delle tante vittime nella Bergamasca. A farle forza la figlia di 10 anni.

"Avrei dovuto impormi,  ma ho rispettato la decisione del medico. E ora me ne pento. Continuo a ripensarci", racconta a L'Eco di Bergamo. Nei giorni successivi la donna, che vive a Brignano Gera d’Adda, ha avuto notizie del marito solo grazie ai vertici dei carabinieri. "Poi una sera è andato in arresto cardiaco. Io non ho più visto Claudio".

 

In precedenza aveva perso il padre, sempre per il virus, anche se era riuscito a vederlo e a salutarlo per l'ultima volta. La figlia, dopo la morte del padre, ha voluto incontrare il colonnello e gli ha regalato un disegno: "Grazie carabinieri!".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali