FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Omicidi a Sarzana, nuova evasione per Daniele Bedini: subito arrestato

Fuggito dal carcere di Cuneo, è stato catturato dopo solo mezz'ora. Ricondotto in cella, si trova ora in regime di massima sorveglianza. Il 16 luglio aveva già tentato di evadere dalla casa circondariale di La Spezia

Evasione lampo dal carcere di Cuneo per Daniele Bedini, il falegname di Carrara accusato di aver commesso due omicidi poco più di un mese fa a Sarzana, in Liguria.

L'uomo, di 32 anni, è fuggito dal Cerialdo, ma è stato

catturato dopo mezz'ora

. Bedini, che aveva già tentato di evadere dal carcere di La Spezia e per questo motivo era stato trasferito a Cuneo, è stato bloccato alla stazione, a bordo di un treno in partenza per Fossano. Ricondotto in cella, si trova ora in regime di massima sorveglianza, guardato a vista.


L'evasione

- Secondo quanto appreso dall'Ansa, la fuga è avvenuta all'ora di pranzo di martedì 9 agosto. L'uomo avrebbe prima scavalcato a mani nude il cortile del passeggio, poi avrebbe raggiunto il muro di cinta arrampicandosi sui condizionatori e sul tetto della palestra. Dopo essersi appeso a un lampione, si è lanciato all'esterno della casa circondariale ed è fuggito.


 


Duplice omicidio a Sarzana, le indagini dei carabinieri


La cattura

- Immediato l'allarme della polizia penitenziaria, che ha fatto scattare subito i controlli e i posti di blocco nella zona. L'uomo, che si trovava in stazione, è stato riconosciuto da tre carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Cuneo, nonostante il suo tentativo di fornire false generalità. I militari, per i quali il comando provinciale dell'Arma proporrà un encomio solenne, lo hanno poi riaccompagnato in carcere.


 


Il precedente

- Bedini aveva già tentato di evadere dal carcere il 16 luglio, quando era recluso a La Spezia. In quell'occasione ha legato due lenzuola al muro perimetrale della casa circondariale, che però non hanno sostenuto il suo peso. Nove giorni dopo, il 25 luglio, è stato quindi spostato a Cuneo.


 


La vicenda

- Il primo omicidio attribuito dagli inquirenti a Bedini è quello di una prostituta, Navila Pjetri, il cui cadavere è stato ritrovato a Marinella di Sarzana nella notte tra il 4 e il 5 giugno. Il secondo omicidio, che sarebbe avvenuto il 6 giugno, è quello di Camilla, transessuale di 30 anni, trovata morta nella stessa zona.


 


Le indagini

- La svolta nelle indagini è avvenuta ai primi di agosto, quando i carabinieri del Ris hanno trovato sul furgone di Bedini il Dna delle due vittime. Sul mezzo erano presenti tracce di sangue, così come su una scarpa dell'uomo. In aggiunta, nell'abitazione del 32enne sono stati trovati i documenti di Camilla.


 


A inchiodarlo, secondo gli inquirenti, sono anche le

immagini delle telecamere

di sorveglianza della zona, che hanno ripreso i movimenti del pick up di Bedini, registrato il suono degli spari e immortalato l'uomo mentre tornava a casa e si liberava dei vestiti insanguinati e della targa dell'auto della transessuale.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali