FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Roma, scavalca cancello per entrare al rave della Sapienza: morto 26enne

Francesco Ginese di Foggia era stato portato al Policlinico Umberto I con lʼarteria femorale recisa. Operato dʼurgenza, non ce lʼha fatta

Roma, scavalca cancello per entrare al rave della Sapienza: morto 26enne

Un 26enne si è reciso l'arteria femorale scavalcando un cancello per entrare ad un rave party organizzato all'università La Sapienza di Roma ed è morto. Il giovane, Francesco Ginese, originario di Foggia ma residente nella Capitale, era stato operato d'urgenza al Policlinico Umberto I, ma le sue condizioni erano parse immediatamente molto gravi.

Dopo l'incidente, come riporta Il Messaggero, il rave non è stato interrotto e i partecipanti hanno continuato a ballare per tutta la notte.

Nelle stesse ore, i famigliari di Francesco Ginese, appresa la notizia a Foggia della gravità delle sue condizioni, avevano subito lanciato via Facebook messaggi per chiedere ad amici e conoscenti di recarsi a donare il sangue. Tutto inutile, il 26enne è morto dopo qualche ora di agonia.

"Francesco Ginese è salito al cielo, ci stringiamo alla famiglia in dovuta preghiera", si legge sul profilo Facebook della parrocchia Gesù e Maria di Foggia.

L'Università: "Da parte nostra ripetuti divieti e denunce" - Dopo la tragica morte del giovane, l'Università ha commentato così la vicenda: "Rattrista grandemente che, nonostante i ripetuti moniti, divieti e denunce a evitare comportamenti non consentiti e rischiosi per l'incolumità, si sia verificato un gravissimo incidente che è costato una giovane vita".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali