FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Raid per non aver servito i Casamonica per primi nel bar, tre condanne per mafia

Dai 4 anni e 10 mesi ai 3 anni e 2 mesi per gli esponenti del clan Di Silvio. La quarta persona coinvolta nel raid, appartenente ai Casamonica, ha scelto il rito ordinario. La prima udienza è martedì

Condannati per mafia tre appartenenti al clan Di Silvio per il raid avvenuto il primo aprile in un bar di Roma. Il gup Elvira Tomaselli ha inflitto una pena di 4 anni e 10 mesi ad Alfredo, di 4 anni e 8 mesi al fratello Vincenzo e di 3 anni e due mesi al nonno Enrico. I tre erano accusati, a seconda delle posizioni, di lesioni, violenza privata e minacce aggravate dal metodo mafioso. Il raid avvenne ai danni del titolare del bar e di una disabile.

Antonio Casamonica, la quarta persona coinvolta nel raid eseguito proprio perché non era stato servito per primo, ha scelto il rito ordinario. Il processo si svolge davanti ai giudici della sesta sezione penale e la seconda udienza è fissata per martedì.

Nel rito abbreviato, il Comune di Roma non è stato ammesso come parte civile in quanto tardiva la richiesta di costituzione.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali