FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Papa Francesco si fa fotografare con una spilla con la scritta: "Apriamo i porti"

La foto è stata pubblicata sul profilo Facebook di don Nandino Capovilla, parroco a Marghera (Venezia)

Papa Francesco si fa fotografare con una spilla con la scritta: "Apriamo i porti"

Durante l'incontro a Sacrofano (Roma) con le realtà di accoglienza "Liberi dalla paura", Papa Francesco si è fatto ritrarre con una spilletta che riporta lo slogan: "Apriamo i porti". La foto è stata pubblicata sul profilo Facebook di don Nandino Capovilla, parroco a Marghera (Venezia), che si è avvicinato al Pontefice, immortalato con la spilla in mano. "La paura è l'origine di ogni schiavitù e di ogni dittatura", ha dichiarato Bergoglio.

"Saliamo sui tetti! Coraggiosamente Papa Francesco non perde occasione, taglia corto con le esortazioni scontate", ha scritto don Capovilla su Facebook postando il selfie con il Papa. "Si concede una foto che rilancia quell'Apriamo i porti, che sta unendo cittadini dal nord al sud del Paese e che per i cristiani è obbligo evangelico per essere liberi dalla paura".

Il parroco ha poi ricordato le parole pronunciate a Sacrofano da Papa Francesco: "Sulla paura del popolo cresce la violenza dei dittatori".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali