FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Frosinone, omicidio del piccolo Gabriel: condannato all'ergastolo il padre Nicola Feroleto

La mamma del bimbo, Donatella Di Bona, era già stata condannata a 30 anni di carcere con rito abbreviato

La Corte d'Assise di Cassino ha condannato all'ergastolo Nicola Feroleto, il padre del piccolo Gabriel, il bimbo di due anni e mezzo assassinato dai genitori il 17 aprile 2019 a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone. La scorsa settimana la madre, Donatella Di Bona, era stata condannata a 30 anni di carcere con rito abbreviato. Feroleto ha scelto, invece, il rito ordinario.

Poche ore dopo l'omicidio, la donna aveva raccontato che il piccolo era stato investito e ucciso da un pirata della strada. Non credendo a questa versione, gli inquirenti continuarono ad indagare fino alla confessione della 29enne. 

 

Il giorno della morte di Gabriel, la Di Bona e Feroleto, all'epoca ex marito, si appartarono in auto su una stradina di campagna. Con loro c'era anche il figlio, che strillava e piangeva perché voleva tornare a casa. Sarebbe stato questo a far scattare l'ira della mamma, che lo avrebbe soffocato. 

 

Piedimonte San Germano, condannata la madre del piccolo Gabriel

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali