FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Momenti di paura a Roma: forza un posto di blocco in Vaticano e scappa | Parte uno sparo per fermarlo

Un cittadino albanese si è dato alla fuga per le vie della città, inseguito da polizia e carabinieri. L'uomo bloccato con un taser

Momenti di paura a Roma: forza un posto di blocco in Vaticano e scappa

Inseguimento da film per le vie di Roma tra una Bmw e un'auto della polizia e dei carabinieri.

A cercare di seminare le forze dell'ordine è stato un 39enne albanese che aveva f

orzato un posto di blocco vicino al Vaticano

e si era poi dato alla fuga. E' partito anche uno sparo in direzione delle ruote dell'auto, per tentare di fermarla. L'uomo è poi stato rintracciato dalla polizia, che per bloccarlo ha usato il taser.


La fuga e l'inseguimento -

Dopo aver forzato il posto di blocco, l'auto ha proseguito la sua corsa in direzione di via Gregorio VII dove è stata intercettata da un mezzo della polizia. L'uomo ancora non si è fermato e ha continuato a scappare. Durante la fuga avrebbe lanciato dal finestrino un portafogli e un orologio. 


 


Il fuggitivo e due agenti in ospedale

- Per fermarlo, un'auto della polizia è stata costretta a mettersi di traverso sulla strada: la Bmw del fuggitivo l'ha centrata e l'uomo è rimasto chiuso nella sua auto, tanto che per estrarlo dalla macchina è stato necessario rompere un vetro del finestrino. Infine il 39enne è stato portato in ospedale, dove sono finiti anche i due agenti rimasti feriti nel rocambolesco inseguimento. 


 


 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali