FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Caporalato, centinaia di migranti sfruttati nei campi a Latina: sindacalista e ispettore del lavoro tra gli arrestati

La polizia ha sgominato unʼorganizzazione criminale che sfruttava gli stranieri in condizioni disumane, facendoli lavorare dodici ore al giorno in cambio di paghe da fame

La polizia di Latina ha sgominato un'organizzazione criminale dedita allo sfruttamento del lavoro e al caporalato ai danni di centinaia di stranieri impiegati in lavori agricoli in "condizioni disumane". Tra le persone finite in manette figurano anche un sindacalista e un ispettore del lavoro operanti nella provincia di Latina. Gli immigrati erano costretti a lavorare dodici ore al giorno in cambio di paghe da fame e a iscriversi al sindacato.

La retribuzione offerta agli sfruttati era inferiore della metà rispetto a quella prevista dal contratto collettivo nazionale. I malcapitati erano inoltre costretti a sottostare a regole disumane senza la garanzia dei più elementari diritti.

Zingaretti: "Nessuna tolleranza" - "Grazie alla Polizia di Stato per questa importante vittoria. Abbiamo appena presentato con il Prefetto di Latina un protocollo con le parti sociali: nessuna tolleranza per il caporalato e per lo sfruttamento del lavoro". Lo ha scritto su Twitter il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, commentando l'operazione condotta dalla squadra mobile di Latina.

Caporalato, i dati sul fenomeno

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali