FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Anzio (Roma), terzo arresto per l'omicidio di Leonardo Muratovic

Si tratta di un 27enne di origini tunisine, nato e cresciuto ad Aprilia, che ha precedenti per droga e lesioni

Leonardo Muratovic Anzio
Ansa

Ulteriore svolta nelle indagini per l'omicidio di Leonardo Muratovic, il pugile accoltellato la notte del 16 luglio ad Anzio nel corso di una rissa fuori da un locale.

La polizia ha arrestato una terza persona, accusata di concorso in omicidio. Si tratta di un

27enne

di origini tunisine, nato e cresciuto ad Aprilia, che ha precedenti per droga e lesioni. In carcere per la morte di Muratovic si trovano già i

due fratelli

Adam e Ahmed Ed Drissi, di origine magrebina, di 20 e 25 anni, che si sono costituiti quattro giorni dopo l'omicidio.

Nei loro confronti è stata notificata una nuova ordinanza nella quale viene contestata l'aggravante dei motivi abbietti e futili. I tre indagati sono accusati di avere aggredito con pugni e schiaffi Muratovic, per poi colpirlo con armi da taglio al petto e al fianco, causandogli la morte.


 


La vittima è stata colpita a calci e pugni prima di essere colpita al petto e su un fianco, da due coltelli diversi, mai trovati. Muratovic era disarmato, scrivono gli inquirenti, e non aveva alcun legame con ambienti criminali al contrario dei tre "rivelatisi un pericoloso sodalizio presente sul territorio di Anzio". Le telecamere di sorveglianza nei pressi del locale non hanno ripreso il momento del pestaggio, ma hanno immortalato la loro fuga, subito dopo l'omicidio.
 


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali