FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Istat, continua il calo della popolazione: 124mila residenti in meno in un anno | Nascite al minimo dallʼUnità dʼItalia

Dal 2015 sono oltre 400mila i residenti "persi", un ammontare superiore agli abitanti di Bologna (il settimo Comune più popoloso dʼItalia)

La popolazione residente in Italia al 31 dicembre 2018 è inferiore di oltre 124mila unità rispetto all'anno precedente. Si tratta del quarto anno consecutivo di trend negativo: dal 2015 sono oltre 400mila i residenti "persi", un ammontare superiore agli abitanti di Bologna (il settimo Comune più popoloso d'Italia). Lo riferisce l'Istat, precisando che le nascite sono diminuite di oltre 18mila unità: è il minimo storico dai tempi dell'Unità d'Italia.

Il numero di cittadini stranieri che lasciano il nostro Paese è in lieve flessione (-0,8%) mentre è in aumento l'emigrazione di cittadini italiani (+1,9%). Al primo gennaio 2019 risiedono in Italia 60.359.546 persone, di cui l'8,7% sono straniere.

La diminuzione delle nascite nel 2018 è stata di oltre 18mila unità rispetto al 2017 (-4,0%): sono stati iscritti in anagrafe per nascita 439.747 bambini. Si tratta del nuovo minimo storico dall'Unità d'Italia. Il calo degli iscritti dall'estero (-3,2%) è stato dovuto soprattutto alla diminuzione di immigrati stranieri: nel 2018 le iscrizioni in anagrafe di cittadini provenienti dall'estero sono state 332.324, oltre 11mila in meno rispetto al 2017.

Il declino demografico in Italia è rallentato dalla crescita dei cittadini stranieri. Il calo è interamente attribuibile alla popolazione italiana, che scende al 31 dicembre 2018 a 55 milioni 104 mila, 235mila in meno rispetto all'anno precedente (-0,4%).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali