FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Genova, uccise il marito violento e ora è fuori dal carcere: "Non mi pento, mi sono dovuta difendere"

Alessia Mendes aveva già denunciato due volte il compagno per maltrattamenti

“O lui mi colpiva o lo facevo io”: è così che Alessia Mendes racconta a "Quarto Grado" la lotta che ha dovuto affrontare contro suo marito, Alessio Rossi, per aver salva la sua vita. I due si erano conosciuti e innamorati a Genova. Lei, ballerina originaria del Brasile, accettò di sposarlo e la loro vita, almeno per i primi mesi, proseguì normalmente, poi però i soldi iniziarono a diminuire e Alessio cambiò.

Il denaro gli serviva per la droga e così iniziò a far prostituire sua moglie: “Se tornavo a casa senza soldi, mi picchiava” spiega Alessia mostrando le cicatrici di quelle violenze quotidiane. Gli abusi diventarono una routine a cui Alessia, inizialmente, non riuscì ad opporsi. Poi il 21 giugno 2017 scoppiò un litigio, l’ultimo: “Io gli ho detto che non ce la facevo più così” ha raccontato la donna.

Alessio non riusciva a sopportare l’idea di una separazione e la coppia iniziò a litigare. Presto si arrivò ad uno scontro fisico che dal loro appartamento si spostò sul pianerottolo fino alle scale del palazzo dove vivevano: “Lui prese il coltello, io mi girai: o lui mi colpiva o io colpivo lui”.

Così Alessia sferrò tredici colpi con un coltello, di cui solo uno secondo il suo racconto colpì il marito. Arrestata, fu portata in carcere e processata per l’omicidio del compagno per poi essere assolta: “Sono felicissima: finalmente la giustizia è arrivata” ha commentato Alessia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali