FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Liliana Resinovich, l'appello del marito all'amico Claudio: "Lasciamola riposare in pace"

In diretta a "Quarto Grado" Sebastiano Visintin lancia un messaggio a Claudio Sterpin che non risparmia accuse

Ospite a "Quarto Grado", Sebastiano Visintin, marito di Liliana Resinovich, la 63enne scomparsa il 14 dicembre 2021 e ritrovata morta il 5 gennaio successivo, lancia un appello all'amico della moglie Claudio Sterpin, che era solito scambiarsi messaggi con la vittima e che ancora oggi lo accusa di essere colpevole della morte della donna. "Basta, lasciamo riposare in pace Liliana. Non stiamo ogni giorno a far finta di ricordarci qualcosa".

Claudio Sterpin, che ha dichiarato più volte di essere stato l'amante di Liliana, attacca Sebastiano accusandolo di "fare la parte del finto vedevo". "Liliana era il suo soprammobile, si sentiva moralmente legata a lui. Per lui era sufficiente che lei la sera tornasse a casa per il resto poteva fare quello che voleva, poteva avere anche 10 amanti, l'importante era mantenere la figura della moglie", ha dichiarato Sterpin alle telecamere di "Quarto Grado".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali