FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Green pass, i portuali di Trieste contro l'obbligo: "Blocchiamo i porti" | Conftrasporto: "Valutiamo stop dei Tir"

Federlogistica: "Lo Stato rischia di piegarsi a un ricatto inaccettabile". Non sarebbero a rischio molti porti, dalla Puglia a Venezia, a Napoli. A Genova alcune aziende pagheranno i tamponi ai dipendenti

porto trieste
Ansa

In vista dell'entrata in vigore del Green pass per accedere ai luoghi di lavoro, il settore portuale è sul piede di guerra. "L'unica apertura che possono avere nei nostri confronti - ha detto Stefano Puzzer, il portavoce dei portuali di Trieste - è togliere la certificazione". Puzzer ha anche aggiunto che "il blocco del 15 ottobre è confermato, non si fermerà solo il porto di Trieste. Quasi tutti i porti si fermeranno".

Conftrasporto: "Vogliamo risposte, valutiamo il fermo dei Tir" - Anche Conftrasporto interviene nella protesta legato al Green pass al lavoro e il presidente Paolo Uggé spiega: "Si sta determinando una situazione per cui si rischia che il 15-16 ottobre il trasporto in Italia si blocchi". Aggiunge che dal ministero "non abbiamo risposte" e "se questo atteggiamento proseguirà e non uscirà un chiarimento, può succedere di tutto". Poi conclude: "Se gli autotrasportatori esteri potranno venire in Italia senza il Green pass e questo verrà invece imposto alle imprese italiane, stiamo valutando di invitare le imprese a fermare i camion. Ci auguriamo di no, ma ne stiamo discutendo". 

 

Federlogistica: "Sui porti lo Stato si piega a un ricatto" - Il presidente di Federlogistica Luigi Merlo replica: "Affrontare e trattare la vicenda dei portuali di Trieste come un problema di ordine pubblico rappresenta un errore clamoroso. Inoltre ci sono stati puntualmente e costantemente negati i confronti che avevamo richiesto con un solo risultato: lo Stato ora si piega a un ricatto inaccettabile". Per Merlo si conferma politicamente un "commissariamento" di fatto del ministero delle Infrastrutture. 

 

Green pass e lavoratori: tante le categorie a rischio blocchi

 

Fedriga: "Rischiamo un danno enorme" - Il presidente del Friuli-Venezia Giulia Massimiliano Fedriga auspica che "con il buon senso si possa arrivare a un equilibrio", altrimenti "rischiamo di fare un danno enorme, non soltanto all'economia della città ma anche a tutti quei lavoratori che con l'indotto del porto lavorano, e non solo nel porto". E precisa di "non intervenire come Regione sulle realtà produttive perché ho profondo rispetto delle i stituzioni che le governano". Propone inoltre dal 15 ottobre "tamponi nasali meno fastidiosi e fai-da-te da effettuare con la supervisione responsabile d'ufficio". 

 

Genova, alcune aziende pagheranno i tamponi ai dipendenti - A Genova alcuni terminalisti del porto pagheranno i tamponi ai dipendenti senza Green pass, fa sapere il presidente dell'associazione di settore di Confindustria Beppe Costa dopo una riunione in prefettura. "La decisione è di ogni azienda - spiega -, alcune hanno dato la disponibilità e altre sono libere di scegliere. Come Confindustria ribadiamo che le norme dicono che il tampone lo paghi il lavoratore". Tra i portuali genovesi non sono vaccinati 20 su 100.

 

Elevata percentuale di vaccinati a Venezia - La situazione si annuncia tranquilla al porto di Venezia dove, fanno sapere dall'Autorità portuale lagunare, l'elevata percentuale di vaccinati dovrebbe consentire una giornata senza problemi. 

 

 

Napoli e Salerno, avanti con l'attività portuale - Nei porti di Napoli e Salerno non si preannunciano invece problemi relativi all'entrata in vigore del Green pass. Secondo fonti sindacali, il numero dei lavoratori no-vax in quelle strutture è minimo e non compromette le regolari attività dei due scali. In questi giorni, riferisce la Filt-Cgil Campania, non è emerso nessun accenno di protesta relativo all'esordio della "carta verde" nei luoghi di lavoro. 

 

 

Nessun problema in Puglia - Non ci saranno problemi neanche nei cinque porti di Manfredonia, Barletta, Bari, Monopoli e Brindisi, dove il segretario generale dell'Autorità di sistema portuale dell'Adriatico meridionale, Tito Vespasiani, assicura: "Non temiamo particolari situazioni di criticità, scioperi o blocchi. Nei nostri cinque porti il tasso di vaccinazione tocca in alcuni settore il 100%".

 

A Palermo senza Green pass solo il 7% - I portuali palermitani senza Green pass sarebbero circa 30 su  45 0 nelle due società operative, cioè il 7%, quantità "che non desta preoccupazione per l'operatività", assicura il presidente Giuseppe Todaro.

 

Paita: no tamponi gratis ai dipendenti dei porti - Definisce "doppiamente sbagliata" l'idea "di pagare i tamponi ai dipendenti sprovvisti di Green pass" il presidente della commissione Trasporti alla Camera Raffaele Paita spiegando che "apre la strada a squilibri nel sistema di controllo dell'epidemia e, legittimando una violazione, introduce un principio sbagliato". 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali