FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Presunti fondi Lega, un fermo sul caso Lombardia Film Commission: stava scappando in Brasile

Il liquidatore Luca Sostegni secondo i pm sarebbe al centro della presunta compravendita "gonfiata" di un capannone industriale a Cormano (Milano) ed è accusato di peculato sui fondi della Regione Lombardia

guardia di finanza gdf generica fiamme gialle

La guardia di finanza ha fermato, mentre stava scappando in Brasile, Luca Sostegni per una presunta compravendita "gonfiata" di un capannone industriale a Cormano (Milano), venduto alla fondazione Lombardia Film Commission. Sostegni, liquidatore di una società, è accusato di peculato sui fondi della Regione Lombardia ed estorsione nell'inchiesta che vede indagati anche tre commercialisti e nella quale si stanno facendo verifiche sui fondi della Lega. 

Capannone comprato con fondi pubblici - Del fermo di Sostegni, nell'ambito dell'inchiesta coordinata dall'aggiunto Eugenio Fusco, ha dato conto il procuratore Francesco Greco con una nota. Il prezzo di vendita dell'immobile, secondo le indagini, sarebbe stato gonfiato fino ad 800mila euro, mentre il valore era di 400mila euro. Per l'acquisto del capannone sono stati usati fondi pubblici. A Sostegni viene contestata anche l'estorsione perché, secondo i pm, avrebbe chiesto soldi ad altre persone in cambio del suo silenzio su questa vicenda. 

 

Operazione ideata da un commercialista - Stando alle indagini dei pm l'operazione dell'acquisto del capannone sarebbe stata architettata da Michele Scillieri, commercialista con lo studio a Milano dove a fine 2107 è stato registrato e domiciliato il movimento  "Lega per Salvini premier". Come risulta dagli atti, il commercialista è indagato con altri due ideatori dell'operazione, Alberto Di Rubba, ex presidente della Fondazione ed ex revisore dei conti del gruppo alla Camera e Andrea Manzoni, altro professionista di fiducia. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali