FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fase 2, Croce Rossa in difficoltà per il test sierologico nazionale: "Rispondete al telefono, non è una truffa"

Lʼassociazione, che si occupa di contattare i candidati al prelievo, "costretta" a diramare un comunicato per tranquillizzare la gente. Nella serata di martedì però i volontari hanno superato le 15mila chiamate

Test sierologico nazionale, la Croce Rossa chiama al telefono

"Se ricevete una chiamata dal numero che inizia con 06-5510 è la Croce Rossa Italiana. Non è uno stalker, non è una truffa telefonica, ma è un servizio che potete rendere al vostro Paese attraverso un piccolo prelievo venoso". Lo ha detto il presidente della Croce Rossa Italiana, Francesco Rocca, in merito all'indagine sierologica avviata da lunedì. "I volontari stanno lavorando senza sosta per questo servizio importante per la comunità", ha aggiunto.

Le prime Regioni dove si stanno effettuando i i primi prelievi per i test sierologici dell'indagine del ministero della Salute sono Liguria, Basilicata, Province Autonome di Trento e Bolzano, Lazio. Da mercoledì previsti i primi prelievi su Roma. 

 

Inizio incerto, ma dopo "dati confortanti" - Dopo una prima fase in cui oltre il 60% delle persone ha chiesto di essere ricontattate per vari motivi e circa il 15% ha detto di stare ancora valutando, a fine giornata sono state oltre le 15mila le chiamate effettuate finora dagli oltre 700 volontari in tutto il Paese. Lo rende noto il presidente della Croce Rossa, Fracesco Rocca, definendo i dati "confortanti" e sottolineando la "risposta positiva da parte dei cittadini".

 

Speranza: "Dobbiamo conoscere l'epidemia per vincerla" - Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha visitato presso la sede nazionale della Croce Rossa Italiana, a Roma, dove si trova il centro operativo: "Questa è un'analisi nazionale su un campione di 150mila persone che ci permetterà di capire esattamente cosa è successo nel Paese sulla diffusione del nuovo coronavirus. Voglio ringraziare la Croce Rossa, i suoi volontari e l'Istat che hanno consentito questo lavoro insieme a tutte le Regioni italiane. Conoscere l'epidemia e' un modo importante per affrontarla meglio e per vincerla". "I volontari e colleghi della Croce Rossa stanno lavorando senza sosta per questo servizio importante per le nostre comunita'. Se ricevete una chiamata dal numero che inizia con 06.5510 e' la Croce Rossa Italiana, non è uno stalker, non è una truffa telefonica, ma è un servizio che potete rendere al vostro Paese attraverso un piccolo prelievo venoso", ha detto il Presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca.

 

Coronavirus, in fila nel Milanese per test sierologico

Almeno duecento persone si sono messe in fila nel Milanese, per aderire all'iniziativa del Comune di Cisliano, cittadina alle porte del capoluogo lombardo, che ha messo a disposizione la possibilità di fare il test del sangue relativo all'immunità al virus Covid-19. I cittadini di Cisliano, tutti volontari, si sono accodati nella palestra comunale, seguendo un percorso che partiva dall'esterno dell'edificio fino all'accettazione realizzata con due tavoli. Infine la zona prelievi presidiata anche dalla polizia locale.

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali