FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Epatite sconosciuta nei bambini, il professor Indolfi a Tgcom24: "Allerta per l'incremento anomalo dei casi"

Circolare dal ministero della Salute: i medici segnalino qualsiasi caso sospetto di epatite di cui non si comprendono le cause

L'epatite sconosciuta che sta colpendo un numero anomalo di bambini fa paura.

In

Inghilterra

si è riscontrato un incremento di casi preoccupante e sono scattate le analisi per far luce sul fenomeno. Su questa malattia ha cercato di fare chiarezza

Giuseppe Indolfi, pediatra all'ospedale Meyer di Firenze

, che a

Tgcom24

ha detto: "Ora è importante monitorare l'aumento dei casi per capire la gravità della situazione".

 


Epatite acuta e numero dei casi -

"Il clamore è scoppiato perché in Inghilterra da gennaio si è notato un incremento anomalo dei casi di epatite acuta grave nei bambini - spiega l'esperto -: si parla di minori che si presentano in Pronto soccorso con sintomi aspecifici come nausea, vomito, a volte febbre. Dopo esami approfonditi viene riscontrata la malattia, l'epatite appunto, e in Inghilterra si è notato che il numero maggiore di bambini con una forma particolarmente grave era superiore alla norma. Nelle ultime settimane l'allerta è scattata anche negli altri Paesi europei, con qualche caso anche da noi". 


 


La circolare dal ministero: controlli sulla malattia

- In Italia è in arrivo dal ministero della Salute una circolare, la seconda dopo quella del 14 aprile, con le indicazioni dei controlli da effettuare in seguito all'allerta: si chiede a tutte le organizzazioni sanitarie e ai medici di segnalare ogni caso sospetto di epatite di cui non si comprendono le cause. 


 


Epatite sconosciuta e adenovirus

- Ma sulla reale gravità della situazione ancora non c'è chiarezza. "In Inghilterra hanno studiato 110 bambini con la forma di epatite grave - chiarisce Indolfi -: nel 75% di loro le analisi hanno riscontrato la presenza di adenovirus che raramente si associa ad epatiti. Stiamo cercando di capire se l'adenovirus sia una causa di questa forma grave di epatite o se la presenza sia solo casuale. La verità è che queste forme di epatiti ci sono sempre state e che le abbiamo sempre curate: il punto è capire se le epatiti che si stanno riscontrando in Inghilterra eccedano il numero atteso". 


 


I sintomi poco chiari -

La preoccupazione è legata anche al fatto che non ci sono sintomi che aiutino a comprendere che siamo in presenza di un'epatite acuta. "La malattia si manifesta il più delle volte con sintomi assolutamente aspecifici, come nausea o vomito - precisa ancora il pediatra -. Qualche sintomo più specifico può essere il cosiddetto ittero, il colorito giallo nelle mucose. Ma l'unico consiglio che possiamo dare è quello di far riferimento al pediatra di famiglia, che valuterà come procedere". 


 



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali