FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Denunciò molestie al raduno degli alpini di Rimini, il pm chiede l'archiviazione

Alla base della richiesta della procura c'è la non identificazione, a due mesi dai fatti, dei presunti autori: troppe persone presenti nello stesso luogo e scarsa copertura delle telecamere di sorveglianza della zona

adunata alpini Rimini
Tgcom24

La Procura di Rimini ha chiesto l'archiviazione dell'indagine sulle molestie denunciate da una 25enne durante l'adunata degli alpini, tenutasi a maggio.

Lo ha confermato il procuratore capo Elisabetta Melotti. Alla base della richiesta della procura ci sarebbe la

non identificazione

, a due mesi dai fatti, dei presunti autori delle molestie. Un'identificazione resa difficile sia per la presenza numerosa di persone nello stesso luogo sia per la copertura solo parziale delle telecamere di sorveglianza della zona.


"Non sono stupita, ma denuncia doverosa"

- L'avvocato che rappresenta la vittima ha dichiarato di "non essere stupita della richiesta di archiviazione". Nella denuncia "abbiamo dato tutti i dati in nostro possesso, ma è ovvio che tra tante persone presenti quel giorno in piazza a Rimini identificare i tre autori è un'impresa alquanto difficile", ha proseguito.



"Restiamo convinti che la denuncia era doverosa perché non si è trattato di un semplice apprezzamento, ma la mia cliente

è stata strattonata

e

tirata

. Le hanno messo le mani addosso", ha sottolineato il legale. "Come ho già detto, è stato doveroso esercitare il diritto, quello di denunciare una condotta molesta. Nulla quindi contro il corpo degli Alpini", ha concluso.



La denuncia

- Il caso era scaturito dalla denuncia presentata da una 25enne riminese sulle presunte molestie subite durante l'adunata. Secondo il racconto della donna, mentre stava passando attraverso un gruppo di alpini sarebbe stata strattonata e attirata verso un gruppo di tre uomini con frasi sessualmente allusive. La giovane aveva stigmatizzato questo comportamento anche attraverso i social, e il suo appello era stato raccolto dall'associazione di donne "Non una di meno" di Rimini.

L'identificazione dei tre uomini

- La richiesta di archiviazione riguarda un fascicolo d'indagine iscritto contro ignoti - poi rimasti tali - con l'ipotesi di molestie. Oltre ai motivi già citati, l'identificazione dei tre uomini risulta difficile perché l'unica testimone oculare, un'amica della 26enne, non sarebbe stata in grado di riferire particolari utili all'identificazione degli autori delle molestie, e così la presunta vittima.


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali