FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Dopo le formiche, nuovi problemi al San Giovanni Bosco di Napoli: crolla il soffitto nella sala parto

Lʼambiente era già stato chiuso, circa un mese fa, perchè lʼarea era inagibile

Nuovi problemi al San Giovanni Bosco di Napoli. Dopo le formiche che, prima, compaiono sul letto di una paziente in coma e poi migrano da un'area all'altra dell'ospedale, adesso crolla pure la controsoffittatura della sala parto, per colpa delle infiltrazioni d'acqua. L'ambiente era già stato chiuso, circa un mese fa, perchè l'area era inagibile. Ma anche l'altra sala parto è inutilizzabile in quanto mancherebbero i requisiti di sicurezza. Così medici, infermieri e pazienti del reparto di ginecologia sono costretti a fare la spola tra il quinto piano e il piano terra, per utilizzare sale alternative.

E questo non è nemmeno è l'unico via vai di pazienti nella struttura: i degenti della chiurugia generale sono stati trasferiti in un altro reparto, sempre per la presenza di insetti. Il direttore della Asl parla di un complotto teso ai danni dell'ospedale, ma la procura di Napoli continua ad indagare, e si fa sempre più evidente l'urgenza di bonificare intere ale dell'ospedale, protagonista di quella che sembra ormai ogni giorno di più una telenovela tragicomica.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali