FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Delitto Macchi, dopo lʼassoluzione parla Stefano Binda: "Ringrazio tutti, io non cʼentravo niente"

E un pensiero va alla famiglia Macchi: "Mi dispiace molto per loro, capisco profondamente che avevano bisogno di credere che fosse finita. Ma non si fa giustizia a Lidia con qualcosa che non è la verità"

"Ho ricevuto molta solidarietà dalla gente, ringrazio tutti". Parla con il sorriso stampato in faccia Stefano Binda dopo che la Corte d'Assise d'Appello di Milano lo ha assolto. Il 51enne era imputato per l'omicidio di Lidia Macchi, la studentessa di 21 anni uccisa nel gennaio 1987 in un bosco a Cittiglio, nel Varesotto. I giudici hanno respinto la richiesta del sostituto pg Gemma Gualdi, che aveva proposto di confermare la sentenza di carcere a vita inflitta in primo grado a Varese. In un colloquio con i giornalisti, l'uomo ha rivolto anche un pensiero alla famiglia Macchi: "Mi dispiace molto per loro, capisco profondamente che avevano bisogno di credere che fosse finita, ne hanno tutto il diritto. Ma non hanno il diritto di pretendere la verità. Non si fa giustizia a Lidia con qualcosa che non è la verità. Io non c'entro niente"

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali