FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Vaccini, Arcuri: dal 15 febbraio le prime consegne di AstraZeneca, Pfizer? Pronta la diffida | Bruxelles convoca una riunione sui ritardi

LʼOrdine dei medici: "Solo 790mila sanitari vaccinati". Lockdown ad Hong Kong. Cdc Usa: almeno 195 casi con nuova variante inglese

Wuhan, un anno dopo l'inizio della terribile pandemia di coronavirus

"Non mancano le dosi, ma le siringhe di precisione". A denunciarlo sono i centri vaccinali di diverse Regioni italiane. Immediata la risposta del commissario Arcuri: "Falso, abbiamo distribuito meno siringhe perché ci sono meno dosi". Il commissario ha poi annunciato che "il 15 febbraio ci sarà la prima consegna di AstraZeneca" mentre è pronta "la diffida per Pfizer". Intanto Bruxelles convoca una riunione con la casa farmaceutica inglese per discutere dei ritardi sui vaccini. 

  • 23 gen

    "Furbetti" dei vaccini a Biella: indagano i carabinieri

    I carabinieri del Nas indagano a Biella sui cosiddetti "furbetti" dei vaccini, persone che si sarebbero fatte vaccinare contro il Covid senza averne diritto. La questione, emersa nei giorni scorsi dalle pagine locali del quotidiano La Stampa, era emersa dopo che su alcune chat di WhatsApp era stato fatto girare il modulo online che consentiva di prenotare l'appuntamento per il vaccino, riservato a sanitari, farmacisti e più in generale a tutte le categorie ammesse alla prima fase della vaccinazione. In molti avevano inoltre notato che nel caso di alcune cooperative non erano stati vaccinati soltanto i dipendenti del settore sociosanitario, ma anche impiegati e altri addetti. Sia questi che i sanitari in qualche occasione si sarebbero fatti accompagnare da coniugi o parenti a cui sarebbe stato iniettato il vaccino. Il trucchetto non è però riuscito in tutti i casi, molti sono stati respinti dagli addetti dell'Asl. Il caso potrebbe approdare in Procura. Il commissario dell'Asl, Diego Poggio, potrebbe infatti segnalarlo alle autorità quando i "furbetti" saranno sottoposti al richiamo, che sarà comunque effettuato. Il loro numero, sempre secondo il commissario Poggio, sarebbe comunque limitato.

  • 23 gen

    Boccia: ci sia un coordinamento permanente con le Regioni sui vaccini

    Durante l'incontro con le Regioni, cui hanno partecipato anche il commissario all'emergenza Covid e vaccini, Domenico Arcuri, e il ministro della Salute, Roberto Speranza, il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, in merito alla campagna di vaccinazione, ha proposto che il coordinamento Stato Regioni sia convocato in maniera permanente, finché le aziende non daranno certezze definitive. "Ci si convoca per ogni aggiornamento che il commissario Arcuri avrà da comunicarci sui vaccini, sulla distribuzione e sulle interlocuzioni con le aziende farmaceutiche. Serve massima solidarietà e toni istituzionali".

  • 23 gen

    Arcuri: pronta la diffida contro Pfizer

    Lunedì l'Avvocatura dello Stato avrà terminato gli approfondimenti giuridici e l'Italia procederà contro Pfizer su tre canali: una diffida per inadempimento da presentare in Italia, un esposto ai pm per potenziale danno alla salute e una richiesta a nome del governo italiano e delle Regioni al foro di Bruxelles per inadempimento.

  • 23 gen

    Vaccini: lite tra Arcuri e De Luca in riunione online

    Nella riunione di oggi tra governo e Regioni sul piano vaccini c'è stato un aspro diverbio tra il commissario Arcuri e il governatore campano De Luca. Nel vertice online convocato dal ministro Boccia, De Luca ha infatti sottolineato la sperequazione nel piano di distribuzione, che aveva già espresso nella diretta Facebook di ieri, chiedendo un riequilibrio. Un discorso che ha portato a uno scontro diretto con Arcuri finito in lite. "Abbiamo assistito al mercato nero dei vaccini - aveva detto De Luca ieri - è tempo di smetterla con le manfrine, arriveremo a chiedere l'invalidazione del piano di distribuzione".

  • 23 gen

    Zaia: l'importante è non fermare la campagna vaccinale

    "Ho sottolineato l'importanza di non arrestare la campagna vaccinale e ho chiesto che, qualora vi sia un via libera di Ema ai vaccini russo o cinese, ci sia un pronunciamento perché si possa ricorrere anche a questa soluzione". Lo dice Luca Zaia, dopo la riunione sui vaccini. "Una riunione intensa, in una giornata non facile, contraddistinta - spiega - dalla notizia della conferma di Astrazeneca sulla riduzione della fornitura di dosi. Siamo rimasti d'accordo col commissario Arcuri che lunedì ci invierà un quadro sinottico delle ipotetiche forniture di Moderna, Astrazeneca e Pfizer per le prossime quattro settimane".

  • 23 gen

    Arcuri alle Regioni: il 15 febbraio la prima consegna dei vaccini AstraZeneca

    La prima consegna di AstraZeneca, se il suo vaccino otterrà il via libera dall'Ema il 29 gennaio, dovrebbe essere fatta il 15 febbraio. Lo ha detto il commissario per l'emergenza, Domenico Arcuri, nel corso della riunione con le Regioni. Le altre due consegne sarebbero invece previste per il 28 febbraio e il 15 marzo.

  • 23 gen

    VIDEO - Rezza: epidemia fuori controllo

  • 23 gen

    VIDEO - Pandemia inarrestabile, i dati nel mondo

  • 23 gen

    VIDEO - Sale a 300 il numero dei medici morti

  • 23 gen

    Conte: si rischia che all'Italia arrivino 3,4 mln di dosi anziché 8 mln

    "Le ultime notizie che ci arrivano dalle aziende produttrici dei vaccini anti-Covid sono preoccupanti. Dapprima Pfizer-Biontech ha comunicato un rallentamento della distribuzione ai Paesi Ue delle dosi di vaccino già programmate. Ma ancora più preoccupanti sono le notizie di ieri diffuse da AstraZeneca. Se fosse confermata la riduzione del 60% delle dosi che verranno distribuite nel primo trimestre significherebbe che in Italia verrebbero consegnate 3,4 milioni di dosi anziché 8 milioni". Così Giuseppe Conte su Facebook, sottolineando che "i rallentamenti delle consegne" dei vaccini "costituiscono gravi violazioni contrattuali". "Ricorreremo a tutti gli strumenti e a tutte le iniziative legali per rivendicare il rispetto degli impegni", ha quindi aggiunto il premier.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali