FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Covid, 68.170 nuovi casi con 350.630 tamponi e altri 116 decessi

Calano i ricoveri (-87) ma non le terapie intensive (+3). Il tasso di positività scende dell'1,4%

Tgcom24

In Italia ci sono 68.170 nuovi casi di coronavirus a fronte di 350.630 tamponi effettuati (mentre il giorno prima l'incremento era stato di 71.075 con 341.191 test).

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 116 decessi (contro i 155 di venerdì) per un totale, da inizio pandemia, che arriva a 170.798. In terapia intensiva sono ricoverati 408 pazienti (+3) mentre i guariti sono 86.637. Tasso di positività al 19,4% (in calo rispetto al 20,8% del giorno prima).



 


Secondo l'Istituto superiore di Sanità nell'ultima settimana, la percentuale di reinfezioni sul totale dei casi di Covid segnalati nel nostro Paese è salita del 12%. "Dal 24 agosto 2021 al 13 luglio 2022 sono stati segnalati 813.817 casi di reinfezione, pari a 5,2% del totale dei casi notificati. Nell'ultima settimana la percentuale di reinfezioni sul totale dei casi segnalati risulta pari a 12,0%, in leggero aumento rispetto rispetto alla settimana precedente (11,7%, dato con tempi di consolidamento maggiori rispetto ad altre informazioni)", si legge nel rapporto settimanale esteso, da cui emerge anche che è stato "raggiunto il picco nell'ultima settimana".



"Il tasso di mortalità standardizzato per età, relativo alla popolazione nel periodo dal 27 maggio al 26 giugno, per i non vaccinati (12 decessi per 100.000 abitanti) risulta circa quattro volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da 120 giorni (3 decessi per 100.000 abitanti) e circa sei volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva/booster (2 decessi per 100.000 abitanti)".



Sempre valida la parola d'ordine "vietato abbassare la guardia". L'Iss infatti avverte che "in questa fase, caratterizzata dalla circolazione di varianti altamente trasmissibili, è verosimile che ci sia stato anche un aumento della quota di persone che hanno avuto un'infezione non notificata ai sistemi di sorveglianza per motivi legati sia alla mancata diagnosi che alla 'autodiagnosi'. Questo fenomeno potrebbe portare alla sottostima del tasso di incidenza, e quindi del rischio relativo, e dell'efficacia vaccinale.
 


 


Covid, Gimbe: rallenta la crescita di nuovi casi ma aumentano i decessi


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali