FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid-19, Briatore: "Solo le discoteche di destra avevano il virus, quelle di sinistra no"

Per lʼimprenditore piemontese il caso Sardegna è stato "un attacco mediatico orchestrato politicamente"

flavio briatore coronavirus

"L'anno scorso con la polmonite era stato molto peggio. Ora, a parte la prostatite per cui ero entrato in ospedale, ho avuto solo due giorni di febbre a 38". A dichiararlo Flavio Briatore, che, guarito dal Covid-19, è rientrato a Montecarlo. L'imprenditore spiega, però, che non intende minimizzare il virus: "So che non va a tutti così". Racconta di non aver avuto paura, perché consapevole di trovarsi in un centro di eccellenza, il San Raffaele di Milano. E bolla le polemiche sulla Sardegna e sul Billionaire come una questione puramente politica.

La malattia - Dopo tre settimane di positività e due tamponi negativi, Briatore torna alla normalità: "Ho appena fatto quasi cinque chilometri di camminata e ho ripreso il lavoro normale di prima". Della quarantena a casa della senatrice Daniela Santanché ricorda, in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, "sono state brutte la solitudine e l'impossibilità di vedere mio figlio".

 

Non un negazionista - A chi lo accusa di essersi arruolato tra le file dei negazionisti, risponde di aver "solo dato ragione al dottor Alberto Zangrillo, quando diceva che il virus era clinicamente inesistente, non che non esistesse più".

 

"Attacco mediatico orchestrato politicamente" - L'imprenditore piemontese ha spiegato che l'80% dei dipendenti del Billionaire era asintomatico e chiarisce che i positivi erano 30 e non 100: "Il caso Sardegna è stato un attacco mediatico orchestrato politicamente e il Billionaire è stato strumentalizzato, perché noto in tutto il mondo". Per Briatore, quindi, si è trattato soprattutto di una questione politica: "Solo le discoteche di destra avevano il virus, quelle di sinistra no".

 

Nessuna colpa - Nonostante i lavoratori e i clienti risultati positivi nel suo locale, Briatore non si pente di nulla: "Mi devo scusare perché do lavoro? E' una follia". Racconta che i suoi dipendenti avevano fissato la capienza del locale con le autorità e specifica: "I contagi ci sono stati anche in Emilia, Toscana, Puglia...". E sulla questione relativa alla riapertura delle discoteche dice: "Se non aprivano, dove andavano i ragazzi? In spiaggia e nelle case con la distanza di un centimetro e mezzo".

 

"Bisogna fa ripartire l'economia" - Preoccupato per la situazione economica del Paese, ha lanciato un appello: "Bisogna usare mascherine, ma far ripartire l'economia. Dare i bollettini ogni giorno spaventa e distrae da disoccupazione, ritardi nell'erogare i sussidi e incapacità del governo".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali