FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, una giovane positiva: "Per colpa di una serata in discoteca ho infettato tutta la mia famiglia, papà lotta per la vita"

La lettera scritta sul Corriere della Sera da Martina, una ragazza che ha contratto il virus durante una vacanza in Sardegna con gli amici

discoteca milano

"Decidemmo che per una sera in discoteca non sarebbe successo niente. Fu l'inizio del film horror che sto vivendo". Sono le parole che Martina affida al Corriere della Sera per raccontare come il Covid-19 abbia cambiato la sua vita e quella delle persone che le stanno intorno. La giovane ha contratto il virus dopo aver trascorso una serata in un locale della Sardegna. "Dopo di me, fecero il test a tutti i miei familiari: solo mia mamma risultò negativa. Mio papà da due settimane è in terapia intensiva. Non posso vederlo, non posso aiutarlo, non posso fare niente. Non me lo potrò mai perdonare". 

La ragazza. grazie al suo racconto, evidenza come il virus spesso non causi gravi conseguenze nei più giovani, che si trasformano però il "serbatoi di infezione", come dichiarato dal professor Galli, infettivologo del Sacco di Milano. "Dopo i primi sintomi, raffreddore e tosse, pensai fosse colpa dell'aria condizionata, ma decisi comunque di andare dal dottore. Anche lui mi disse che non sembravano sintomi da Covid, quindi continuai a fare la mia vita normale".

 

Anche gli altri membri della sua famiglia hanno dovuto fare i conti con le conseguenze del virus, ma in maniera meno grave rispetto al padre di Martina: "Il nonno è finito in ospedale, ma è stato dimesso e ora è in fase di ripresa. Fortunatamente io, mia cugina di 12 anni e mia nonna non abbiamo avuto problemi e dopo quattro settimane chiuse in casa siamo tornate negative. Papà invece no: mi diceva di stare tranquilla, che non si trattava del virus. Anche io la pensavo così. Ora però non posso tornare indietro". 

 

L'ultima volta delle discoteche prima della nuova chiusura

Il governo, con un'ordinanza firmata dal ministro Roberto Speranza, ha deciso domenica 16 agosto di chiudere nuovamente discoteche e locali da ballo. Inoltre, ha ripristinato l'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi all'aperto dove non sia possibile osservare il distanziamento. La misura è entrata in vigore lunedì 17 agosto: quella di domenica è stata, per i numerosi locali sparsi dalla Sardegna alla riviera romagnola, l'ultima occasione di fare festa fino alla fine del provvedimento, prevista per il 7 settembre. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali