FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Covid, l'Oms: "Primo calo dei contagi nel mondo da settembre" | L'Ue: "Valutare il divieto di messe a Natale"

Moderna annuncia un miliardo di vaccini nel 2021: "Chiediamo autorizzazione allʼEma". LʼUe ha pronto un piano Ue sul Natale per evitare la terza ondata

Primo weekend di negozi aperti dopo il "lockdown": polemiche per assembramenti

Sono in arrivo dall'Ue le linee guida per il Natale per evitare l'arrivo di una terza ondata. In queste si raccomanda di valutare di "non permettere la celebrazione delle messe" a Natale e, in particolare, di "evitare cerimonie religiose con grossi assembramenti". Secondo l'Oms, "la scorsa settimana ha visto il primo calo dei nuovi contagi a livello globale da settembre. E' una buona notizia, ma va interpretata con estrema cautela".

  • 30 nov

    Bozza Ue: "Valutare divieto messe a Natale"

    Nelle linee guida che saranno pubblicate sulle misure anti-Covid, per il Natale, la Commissione europea raccomanda di valutare di "non permettere la celebrazione delle messe". In particolare chiede di "considerare di evitare cerimonie religiose con grossi assembramenti, sostituendole con iniziative online, in tv, o alla radio", secondo quanto si apprende a Bruxelles

  • 30 nov

    Il piano del Viminale per "vigilare" sulle feste - VIDEO

  • 30 nov

    Coronavirus, contagi in calo - VIDEO

  • 30 nov

    La Valle d'Aosta riapre negozi di prossimità

    Nonostante sia "zona rossa", la Valle d'Aosta ha deciso di riaprire da lunedì i negozi di prossimità e i centri per servizi alla persona. Lo ha detto il presidente della Regione, Erik Lavevaz, che ha firmato un'ordinanza in tal senso. "Rispettando la necessità di garantire la massima sicurezza, che è la priorità, è necessario dare uniformità di trattamento ai cittadini. Per questo abbiamo deciso di dare la possibilità di aprire da domani fino al 3 dicembre. Poi sappiamo che da venerdì diventeremo zona arancione. Rispetto ai fenomeni di assembramento avvenuti nelle grandi città, da noi questo non accadrà perché non abbiamo i centri commerciali", ha aggiunto.

  • 30 nov

    La carica virale si abbassa, solo il 5% oltre un milione

    Si è decisamente abbassata la carica virale, ossia il numero delle copie di materiale genetico del nuovo coronavirus presenti in un millilitro di materiale biologico prelevato con il tampone. Attualmente solo il 5% dei pazienti analizzati, pari al 20% dei positivi, ha una carica virale superiore a un milione, contro l'80% che si registrava in ottobre. Lo ha riferito il virologo Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca e direttore del laboratorio Cerba di Milano. I campioni sopra il miliardo provengono da circa l'1% dei pazienti analizzati, pari al 5% dei positivi.

  • 30 nov

    Brusaferro: "Epidemia ancora per un anno e mezzo"

    Quello causato dalla pandemia "è uno stress che non è stato puntiforme, come un terremoto o un'alluvione, è uno stress che si prolunga per oltre un anno e ci accompagnerà per un anno e mezzo circa, e stiamo mettendo in atto strategie di adattamento che lasceranno il segno in futuro, alcune probabilmente in maniera permanente". Lo ha affermato il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro.

  • 30 nov

    Valle d'Aosta: "Ha situazione migliore delle Regioni gialle"

    Dal 9 novembre la Valle d'Aosta "è in scenario arancione. Nell'ultima settimana abbiamo un rischio moderato e un Rt inferiore a 1, pertanto dovremmo essere in zona gialla o anche meno. Oggi la nostra situazione è migliore rispetto a regioni che sono gialle, come il Veneto". Lo ha detto il governatore Erik Lavevaz, aggiungendo: "E' stato rilevato il miglioramento dei dati della Valle d'Aosta, ma il sistema si è rivelato non corretto dal punto di vista di parità di trattamento".

  • 30 nov

    Toscana ancora zona rossa, protestano i commercianti a Firenze - VIDEO

  • 30 nov

    Scavuzzo: "I grandi magazzini devono evitare che si creino assembramenti" - VIDEO

  • 30 nov

    Moderna presenta la richiesta a Ema di un ok condizionato al vaccino

    L'azienda Usa Moderna sta per richiedere un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata presso l'Agenzia europea per i medicinali (Ema) per il suo candidato vaccino anti-Covid. Lo rende noto la stessa azienda, che ha comunicato i risultati dello studio di fase 3 sul suo vaccino RNA-1273.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali