FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, Conte: "Restrizioni estese a tutta Italia" | Spostamenti solo per lavoro o salute, assembramenti vietati

Le nuove misure del provvedimento, chiamato dal premier "Io resto a casa", entreranno in vigore da martedì. Stop scuole e università fino al 3 aprile. Si ferma anche la Serie A

"Non ci sarà più una zona rossa. Le misure restrittive vengono estese a tutta Italia". E' l'ultima misura annunciata dal premier Giuseppe Conte per far fronte all'emergenza coronavirus. "I contagi e i decessi sono in forte aumento", ha sottolineato il presidente del Consiglio invitando tutti a cambiare le proprie abitudini e limitare gli spostamenti. Le nuove misure del provvedimento, chiamato da Conte "Io resto a casa", saranno in vigore da martedì.

"Spostamenti solo per lavoro, necessità o salute" "Gli spostamenti in tutta Italia saranno possibili solo per motivi di lavoro, necessità o salute", ha annunciato il premier ricordando che "vanno evitati in modo assoluto gli assembramenti per fermare il contagio".

 

"Ci si può muovere per fare la spesa" Tra i casi di necessità che consentono gli spostamenti c'è anche la spesa per generi alimentari". E' quanto precisano fonti di Palazzo Chigi, spiegando che dunque che la limitazione ai movimenti delle persone, estesa a tutto il territorio nazionale, non riguarda la necessità di uscire di casa per andare a fare la spesa.

 

"Stop scuole e università fino al 3 aprile" Inoltre, ha detto Conte, "in tutta Italia l'attività di scuole di ogni ordine e grado e delle università è sospesa fino al 3 aprile". 

 

"Nessuna limitazione ai trasporti pubblici" "Per i trasporti non è all'ordine del giorno una limitazione dei trasporti pubblici, per garantire la continuità del sistema produttivo e consentire alle persone di andare a lavorare", ha precisato il premier.

 

"Tutta Italia in lockdown per il coronavirus", le nuove misure sono breaking news mondiale

 

"Le nostre abitudini vanno cambiate ora" "I numeri - ha ribadito Conte - ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell'Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti".

 

"Stop a tutte le manifestazioni sportive" Il premier ha poi detto che "non c'è ragione per cui proseguano le manifestazioni sportive, abbiamo adottato un intervento anche su questo". Si ferma dunque anche il campionato di calcio di Serie A. "I tifosi - ha commentato Conte - devono prenderne atto. Non consentiremo neppure che vengano utilizzate le palestre"

 

"Niente restrizioni per l'estero, controlleremo gli ingressi" "Sugli effetti con l'estero - ha chiarito - non cambia nulla: gli spostamenti dei cittadini italiani avverranno sempre alle stese condizioni ma controlleremo gli ingressi in Italia".

 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali