FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, i contagi proiettano l'Italia verso lo "scenario 4": il più grave

In seguito allʼaumento dei nuovi casi, è molto probabile che lʼindice Rt abbia superato lʼ1,5. Conte alla Camera: "Questa realtà impone misure più restrittive"

Coronavirus nel Lazio: incremento di 1.035 posti letto per Covid 

"Incremento di 1.035 posti letto a disposizione del Covid per un totale di 2.518 posti letto di cui 503 di terapie intensive e sub intensive". Lo ha confermato l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. "Richiesta disponibilità anche a strutture accreditate - ha aggiunto D'Amato -. Diventa ospedale multidisciplinare anche con funzioni Covid il San Filippo Neri (120 posti), aumenta la capacità del Policlinico Umberto I e Spallanzani rispettivamente 274 e 278 posti letto. Il Covid Columbus 259 posti". 

I numeri sui contagi da coronavirus in costante crescita e il valore dell'indice di trasmissibilità Rt rischiano di proiettare l'Italia verso lo "scenario 4", il più grave previsto nel documento "Prevenzione e risposta a Covid-19" redatto dall'Istituto Superiore di Sanità. E' infatti molto probabile che l'indice Rt abbia superato l'1,5, valore che delinea lo scenario peggiore dell'epidemia. 

A far schizzare l'indice Rt sopra 1,5 sarebbe stato il forte aumenti di casi registrato tra il 12 e il 18 ottobre. L’indice Rt illustra la potenzialità di trasmissione di un virus, ed è per questo che risulta strettamente legato a un eventuale lockdown. Un valore Rt che si attesta a 1 indica che in media una persona affetta da coronavirus può contagiarne un’altra.

 

Conte: "Pressione sul Ssn, necessarie misure più restrittive" - E' stato lo stesso premier Giuseppe Conte a riferire, durante l'informativa alla Camera, che l'indice Rt ha raggiunto la soglia critica di 1,5. "Il numero dei positivi è cresciuto in modo preoccupante ed è difficoltoso tracciare le catene di trasmissione, come sta avvenendo in molti Paesi europei. Il quadro epidemiologico sta determinando una pressione severa sul Ssn, con un incremento significativo delle persone ricoverate, sia in area medica che in terapia intensiva. Da tutto ciò, deriva la necessità di misure più restrittive".

 

Il monito di Speranza di cinque giorni fa - Sembra essere caduto nel vuoto il monito lanciato dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Servono "misure rigorose, robuste e serie per governare la curva e raffreddare la situazione epidemiologica, evitando di arrivare a "misure più drastiche", aveva dichiarato. "Abbiamo un'impennata significativa - aveva aggiunto - e dobbiamo fare i primi interventi per iniziare a stringere e dare un segnale al Paese che stava cambiando qualcosa. Non possiamo avere l'obiettivo immediato di azzerare Rt, che il 23 ottobre era ad una media nazionale di 1.5, ma dobbiamo assolutamente abbassarlo perché non è sostenibile".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali