FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

City Angels: a Milano la XIX° edizione del Premio “Il Campione” | Ecco i vincitori dell’Oscar della bontà

I vincitori sono stati selezionati da una giuria formata da direttori e giornalisti di diciannove organi dʼinformazione

Si è tenuta a Palazzo Marino, sede del municipio di Milano, alla presenza dell’Arcivescovo Mario Delpini e degli assessori Pierfrancesco Maran, Gabriele Rabaiotti e Melania Rizzoli, la diciannovesima edizione del Premio “Il Campione”. Si tratta di un riconoscimento - promosso dall’associazione di volontariato dei City Angels e ideato dal suo fondatore e presidente Mario Furlan - conferito a coloro che si sono distinti mettendosi al servizio della comunità e diventando un esempio positivo per l’opinione pubblica. 

Il premio “Il Campione” ha visto l’assegnazione di una statuetta in vetro, l’Oscar della bontà - che rappresenta la sagoma di un uomo con un grande cuore in mano - a “campioni” che si sono impegnati in prima linea nell’ambito del sociale, della legalità e del civismo. 

I vincitori sono stati selezionati da una giuria formata da direttori e giornalisti di diciannove organi d'informazione: Affaritaliani.it, Ansa, Avvenire, Corriere della Sera, Famiglia Cristiana, Fanpage, Il Giornale, Il Giorno, La Gazzetta dello Sport, La Repubblica, Leggo, Libero, Metro, Milano Today, MI-Tomorrow, Radio Lombardia, Tgcom24, Tgr Rai e Wikimedia Italia. 

 

I 10 vincitori della XVIX° edizione del premio “Il Campione”

•    Campione per la giustizia: Gabriele Nissim, Presidente e fondatore di Gariwo, il “giardino dei giusti”. Che a Monte Stella, a Milano, ricorda coloro che, in tutto il mondo, lottarono contro il genocidio e per i valori di umanità e solidarietà;
•    Campioni per l’etica: Alex Toselli, che ha introdotto il concetto di Albergo Etico in Italia con il suo hotel ad Asti, e Antonio Pelosi, creatore dell’Albergo Etico a Roma. Gli Alberghi Etici sono hotel che danno lavoro a ragazzi disabili e down; che offrono cibi a basso impatto ambientale, e il più possibile a chilometro zero e biologici; e che applicano tariffe più basse degli altri alberghi della stessa categoria, per essere accessibili a un numero più ampio di clienti;
•    Campione per il coraggio: Angel Micael Vargas Fernandez, il giovane di Casalmaiocco (Lodi) che con un gesto eroico, compiuto lo scorso 14 settembre, ha salvato la vita a un bimbo di 4 anni che stava precipitando dal balcone di casa, al secondo piano di una palazzina. Micael si è lanciato dal tetto di un furgone per prendere al volo il piccino, salvandogli così la vita. Si è ferito al mento, alla mano e al ginocchio nel nobile gesto;
•    Campione per lo sport: Igor Trocchia, allenatore di calcio giovanile di Pontisola (Bergamo), riconosciuto per l’approccio etico e l’impegno contro razzismo e bullismo. Ritirò la sua squadra dopo un’offesa razzista a un suo giocatore. Nominato Cavaliere in Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Mattarella, ora allena anche la Nazionale sordi, con i quali ha conquistato l’accesso alla fase finale dei mondiali, che si svolgeranno in corea a settembre 2020;
•    Campione per il volontariato: Pietro Perelli, velista triestino, ingegnere, trapiantato da anni a Milano, insieme alla moglie Alessandra Cantù organizza la Barcolana, la più grande regata al mondo, nel golfo di Trieste. Da alcuni anni partecipano alla gara integrando nei loro equipaggi oltre a figli e nipoti, persone affette da Sclerosi Multipla, ricercatori e volontari raccogliendo fondi per la ricerca a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e dell’Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro (AIRC). In una delle ultime edizioni con la loro barca di 8 metri hanno concluso 23esimi assoluti su oltre 2.000 barche e primi di categoria. Le loro iniziative si sono estese a un’intera flotta che oggi raccoglie oltre 20 onlus che competono in una vera e propria gara di solidarietà;
•    Campione per il lavoro: Riccardo Bosi, educatore professionale, ciclo meccanico e appassionato ciclista, è creatore di una ciclofficina nel milanese dove lavora e aiuta persone in condizione di fragilità e migranti, insegnando un mestiere. Uno di loro è stato assunto; altri, dopo aver imparato il lavoro, hanno poi preso altre strade. Bosi è anche l'ideatore di Baiskeli, progetto di cooperazione internazionale oggi attivo in Tanzania. Il progetto mette al centro la bicicletta e tutte le sue positive e numerose implicazioni a sostegno di popolazioni di aree rurali in paesi a Sud del mondo. Laddove le condizioni di vita sono molto complesse e difficili, la bicicletta rappresenta un utile strumento in grado di ridurre le lunghe distanze e al contempo offrire nuovi stimoli per lo sviluppo e sostegno della comunità;
•    Campione per la cultura: Marco Salamon, a Milano ha dato vita alla Piccola biblioteca libera all’Isola, accanto alla Casa della Memoria. È una biblioteca all’aperto, aperta a tutti e dedicata alla lettura e allo scambio di libri. È stata vandalizzata due volte in poco tempo, ma in entrambi casi è ripartita;
•    Campione per la solidarietà: Aldo Scaiano, fondatore dei Gatti Spiazzati. Sono senzatetto e persone in stato di difficoltà, che studiano e svolgono l’attività di guide turistiche speciali al fine di rafforzare l'autostima. Raccontano Milano dal punto di vista di chi vive sulla strada;
•    Campioni per la medicina: i 23 primari in pensione che a Borgomanero (Novara), coordinati dall’Auser, visitano gratuitamente le persone in difficoltà;
•    Campionessa per la legalità: Eugenia Carfora, la preside coraggio del Parco Verde di Caivano (Napoli). In uno dei quartieri a più alta densità criminale, con una piazza di spaccio tra le più grandi d'Europa e una dispersione scolastica da allarme rosso, ha rilanciato la missione della scuola come luogo di educazione, legalità e bellezza. Quando è arrivata nell'Istituto Comprensivo R. Viviani aveva trovato erbacce alte un metro, il tunnel della droga nel cortile, pistole sotterrate ovunque. L'ha rimesso a posto, colorandolo, installando quattordici laboratori e una sala multisensoriale per i bambini disabili. Da scuola fantasma a scuola modello poi soppressa giuridicamente. Ogni mattina va a cercare i ragazzi per strada o nelle case per portarli a scuola. Ora è preside dell'Istituto Superiore “Francesco Morano”, professionale e tecnologico, sempre nel Parco Verde, dove ha voluto riportare ordine e ripristinare luoghi abbandonati, promuovendo gli stessi valori. 

 

"Il Campioncino", per educare i giovani alla solidarietà e alla legalità

Sempre nell’ambito de “Il Campione” è stato assegnato il premio “Il Campioncino”, un riconoscimento attribuito a giovani che si sono distinti per gesti di solidarietà o iniziative atte a sensibilizzare la comunità sull’impegno civico e sociale. Quest’anno il premio è stato conferito a: 
•    Scuola primaria “A. da Fano” della Comunità ebraica di Milano: dopo un lavoro in classe sui bisogni primari e superflui dell’uomo, i bambini e gli insegnanti hanno raccolto pacchi di beni primari suddivisi per uomini, donne e bambini. Tali beni sono poi stati distribuiti ai senzatetto attraverso i City Angels;
•    Liceo Cavalleri di Parabiago: gli studenti svolgono da sei anni volontariato nel reparto di pediatria dell'ospedale di Legnano. Da febbraio fino al termine di maggio, per due pomeriggi a settimana e divisi a gruppi, una settantina di ragazzi del triennio tengono compagnia ai pazienti. Giocano con i piccoli o dialogano con i più grandi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali