FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Cassazione, il termine “bimbominkia" bandito dai social: è diffamazione aggravata

L'indirizzo espresso da una sentenza della Suprema corte è chiaro: l'utilizzo di epiteti offensivi su piattaforme come Facebook può configurare reati contro l'onore

Cassazione
Tgcom24

La Corte di Cassazione mette in guardia chi si esprime in modo offensivo sui social invocando il diritto di critica.

Un diritto i cui contorni sono ben delineati dalla "continenza" che di certo non giustifica espressioni lesive dell'onore altrui. Ad esempio, l'epiteto "bimbominkia" non può essere utilizzato su Facebook perché definisce una persona con un quoziente intellettivo sotto la media, altrimenti scatta la diffamazione aggravata. A scriverlo nero su bianco proprio la Suprema corte in una recente sentenza.

 



 


Destinatario dell’epiteto

 - Nella sentenza della Cassazione che bandisce il termine "bimbominkia" dalle piazze del web appare come persona offesa l’animalista trapanese Enrico Rizzi. In passato si era trovato in giudizio dall'altra parte in qualità di condannato, sempre dalla Cassazione, ad un risarcimento di 60mila euro per aver offeso la memoria del presidente del consiglio regionale Diego Moltrer, all'indomani della sua morte con appellativi come “vigliacco” e “infame” oltre che assassino, per via della sua passione per la caccia e per aver appoggiato la cattura di un'orsa. Ora a insultare l'animalista  definendolo "bimbominkia" è un’amica di Moltrer. E anche per lei è scattata la condanna.


 



 


Il giudizio della Cassazione -

Il termine "bimbominkia" non si può usare sui social perché definisce una persona con un quoziente intellettivo sotto la media - spiega la Suprema corte. Nella sentenza che contiene questa indicazione, l'epiteto fu usato in un gruppo Facebook di più di duemila iscritti configurandosi quindi chiaramente in una diffamazione aggravata.


 



 


Il termine secondo l'Enciclopedia Treccani -

 Nel gergo della Rete, il "bimbominkia" è il giovane utente dei siti di relazione sociale che si caratterizza, spesso in un quadro di precaria competenza linguistica e scarso spessore culturale, per un uso marcato di elementi tipici della scrittura enfatica, espressiva e ludica.


 


Ti potrebbe interessare anche:



 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali