FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Uccisa dal marito, il prete: "Chi picchia le donne non è un uomo, è uno str..."

Una durissima omelia quella pronunciata dal sacerdote che ha celebrato le esequie di Fortuna Bellisario

"Gli uomini che commettono atti di violenza contro le donne non possono essere definiti tali, io dico che chi dà uno schiaffo ad una donna è uno stronzo". Parole durissime quelle pronunciate da don Antonio Loffredo, parroco della chiesa del Rione Sanità a Napoli dove si sono celebrati i funerali di Fortuna Bellisario, la mamma di tre figli uccisa a botte dal marito.

Napoli, i funerali di Fortuna Bellisario

Il rione Sanità di Napoli, riunito nella chiesa del quartiere, ha dato l'ultimo saluto alla sua Fortuna Bellisario. Nel corso dell'omelia il parroco, don Antonio Loffredo, ha sottolineato la necessità di aiutare le donne e ha evidenziato che gli uomini che commettono atti di violenza contro le donne non possono essere definiti tali. Sulla bara è stato adagiato uno striscione: Fortuna è l'angelo volato nel cielo e da lassù deve vegliare sui figli.

"L'amore non lascia lividi. Alle donne dico: se siete in difficoltà, denunciate". La bara della donna è stata ricoperta da un grande striscione con la sua foto. All'uscita è stata salutata da un applauso lunghissimo dei presenti.

Il marito l'ha uccisa con una stampella - Una cieca gelosia ha spinto il 41enne Vincenzo Lopresto ad uccidere la moglie, Fortuna Bellisario. L'uomo ha picchiato la donna con la stampella che utilizzava per deambulare. Fortuna, forse, aveva confessato di provare sentimenti verso un altro uomo e per questo, il 41enne l'ha colpita fino alla morte. Agli investigatori della Polizia ha riferito di essere convinto che lei lo volesse lasciare e che avesse un altro di cui però non ha saputo fornire altre indicazioni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali