FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Morti in mare, quattro annegati: tre in Campania, uno in Toscana

Le acque erano mosse e non hanno perdonato lʼimprudenza. Le vittime sono un 51enne nel Salernitano, una 18enne a Ischia, un 31enne a Capo di Sorrento e un 50enne a Castiglione della Pescaia.

Quattro persone sono morte dopo essersi tuffate in mare, in Campania e in Toscana, in tutti i casi le condizioni erano proibitive. A Castellabate un 51enne è annegato nel tentativo di salvare la figlia. La vittima, Angelo Ferraioli, si è lanciata in mare quando ha visto la 16enne in difficoltà a causa delle condizioni proibitive del mare, ma sarebbe stata a sua volta trascinata al largo dalla corrente. La giovane è stata tratta in salvo dai bagnanti.

 A recuperare il cadavere del padre e riportarlo a riva un gommone della guardia costiera. Le condizioni del mare erano talmente proibitive che anche i militari hanno avuto forti difficoltà nei soccorsi: il loro gommone infatti è stato travolto da un'onda. Nonostante ciò, uno dei tre è riuscito comunque a recuperare e a riportare a riva Ferraioli. I tre militari hanno subito numerose escoriazioni e sono stati trasportati all'ospedale di Roccadaspide. 

Si tuffa con mare forza 4: annegato - Un giovane di Somma Vesuviana (Napoli), Agostino Navarro, 31 anni, è morto annegato nelle acque della Regina Giovanna tra la spiaggia della Solara e quella della Pignatella, in località Capo di Sorrento. Negli stabilimenti balneari della penisola sorrentina, compreso quello della Solara sventola la bandiera rossa in segno di pericolo. Il 31 enne, però, insieme alla fidanzata, ha sottovalutato il pericolo, e i due si sono tuffati in una zona di mare aperto. Quando hanno cercato di risalire sugli scogli si sono trovati in difficoltà. I due sono stati avvistati da altri bagnanti, che hanno dato l'allarme. Lei è stata salvata, per lui non c'è stato nulla da fare.

Diciottenne muore annegata nelle acque di Ischia - Una napoletana di 18 anni, Alessia Piatti, è annegata nelle acque di Cava dell'isola, a Ischia. Il suo corpo è stato ritrovato al largo della limitrofa spiaggia di Citara. Sembra che la ragazza non sapesse nuotare e il fondale a Cava dell'Isola dopo pochi metri diventa profondo. E' bastato poco perché gli amici di Alessia ne perdessero le tracce, inghiottita dalle grosse onde e portata via.

Fa un bagno notturno, ma viene trascinato da una mareggiata - E' stata la mareggiata della notte scorsa a trascinare via l'uomo che si era tuffato in mare e che è scomparso, annegando, a Castiglione della Pescaia (Grosseto). Il suo cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia circa 3 chilometri dopo il luogo dove si era tuffato. La vittima è un senegalese di 50 anni, che si sarebbe voluto fare un bagno notturno nonostante le condizioni del mare lo sconsigliassero. Dopo qualche minuto, è scomparso tra le onde. Sono stati gli amici a dare l'allarme e far scattare le ricerche.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali