FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Napoli, smog alle stelle: vietata la pizza con il forno a legna

Ordinanza firmata dal sindaco di San Vitaliano, comune a nord del capoluogo campano, che secondo le ultime rilevazioni ha registrato polveri sottili superiori a Milano. Ma cittadini e ristoratori sono in rivolta

pizza
tgcom24

Fino a primavera niente pizza cotta con il forno a legna, come nella migliore tradizione. E' l'ordinanza anti-smog firmata dal sindaco di San Vitaliano, comune di 6000 anime a nord di Napoli con un livello di polveri sottili superiore a Milano, secondo gli ultimi dati dell'Arpac, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania. Il divieto di usare legna e carbonella, però, ha messo i cittadini sul piede di guerra.

Da gennaio 2015 l'aria di San Vitaliano è stata irrespirabile per oltre 114 giorni rispetto ai limiti consentiti, come ha rilevato la centralina posta al centro del paese, nel giardino della scuola. Per fare un paragone, i giorni di sforamento del Pm10 a Milano sono stati 86.

Così l'ordinanza del sindaco parla chiaro: "Per le attività produttive di panificazione e ristorazione, quali le pizzerie, è vietato utilizzare la combustione di biomassa solida (legna, cippato, pellet, carbonella, ecc.) per la cottura di cibi, in apparecchiature varie, inclusi i forni chiusi o aperti e i foconi per le griglie".

Con l'unica eccezione nel caso in cui tali apparecchiature siano dotate "di idonei sistemi di abbattimento delle polveri sottili nei fumi, realizzati secondo le migliori tecnologie disponibili, che eliminino almeno l'80 per cento delle polveri sottili Pm10".

Ma a dire addio fino al 31 marzo a pizza, pane e focaccia cotti nel forno a legna non ci stanno i cittadini di San Vitaliano che insieme ai ristoratori hanno manifestato tutta la loro contrarietà scendendo in piazza.