FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, due ragazze investite mentre attraversano la strada: morta una quindicenne

Alla guida di una Smart a quattro posti, che procedeva a velocità sostenuta, cʼera un 21enne indagato per omicidio stradale. Ferita lʼaltra ragazza: frattura alla gamba e 30 giorni di prognosi

Due adolescenti che stavano attraversando la strada sono state investite la scorsa notte a Napoli. Una ragazza di appena 15 anni, Maya Gargiulo, ha perso la vita e l'amica, che di anni ne ha 14, invece, se l'è cavata con una frattura alla gamba destra e una prognosi di 30 giorni. L'incidente mortale è avvenuto a Piazza Carlo III. Alla guida di una Smart ForFour, che procedeva a velocità sostenuta, c'era un 21enne che ora è indagato per omicidio stradale. 

La dinamica - Secondo la ricostruzione dell'accaduto, il ragazzo non si è accorto della presenza delle due giovani sulla careggiata malgrado la zona fosse illuminata. La vittima sarebbe stata colpita  in pieno, sfondando il parabrezza prima di essere rimbalzata sul selicato. L'altra ragazza rimasta coinvolta, sebbene non sia in pericolo di vita, è ancora sotto shock e non è riuscita a parlare dell'incidente con gli investigatori della Polizia Municipale. 

 

Le prime indagini - Gli agenti del sezione Infortunistica Stradale della Polizia Locale hanno subito ritirato la patente all'investitore, che è stato poi accompagnato in ospedale per i prelievi ematici che riveleranno se aveva bevuto alcol o se era sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. I risultati dovrebbero essere pronti nei prossimi giorni. Chiesta l'acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza. Le due ragazzine abitavano a Calata Capodichino, non molto lontano dal luogo dell'incidente, avvenuto intorno all'una. 

 

La vittima - Maya Gargiulo aveva da poco festeggiato i 15 anni, compiuti il 28 maggio e trascorsi insieme alle amiche. Come riportato dal quotidiano Il Mattino, la ragazza si distingueva dalle sue coetanee per la passione del calcio. Proprio sulla sua pagina Facebook, la giovane condivideva i video dei suoi palleggi e in un post scriveva: "Non portarmi a ballare ma portami a vedere una partita e dedicami un gol". 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali