FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tragedia in Puglia, furgone travolge una bicicletta: tre giovani morti

Dalla ricostruzione sembrerebbe che i ragazzi viaggiassero tutti sullo stesso mezzo, a centro strada e con le luci spente. Dopo averli investiti, il conducente si è subito fermato per prestare soccorso

Tre ragazzi sono morti sulla strada statale 170 tra Andria e Barletta, all'altezza di Canosa di Puglia, investiti da un furgone mentre erano a bordo di una bicicletta elettrica. L'impatto è avvenuto intorno alle 5 del mattino. I deceduti avevano 17, 18 e 19 anni. Anche il conducente del furgone si trova in ospedale. I ragazzi viaggiavano probabilmente al centro della strada con le luci spente.

Dalla ricostruzione sembrerebbe che i tre giovani viaggiassero tutti sulla stessa bici. Dopo averli travolti, il conducente del furgone si è subito fermato per prestare soccorso. Due ragazzi, il 19enne Michele Chiarulli e il 17enne Giovanni Pinto, sono però morti sul colpo, mentre il terzo, il 17enne Pasquale Simone, è deceduto alcune ore dopo all'ospedale Bonomo di Andria.

 

Il conducente del furgone è indagato per omicidio stradale. Si tratta di un fioraio di Trinitapoli che stava andando ad Andria a comprare merce in un mercato con due collaboratori. Dopo essersi fermato a prestare i primi soccorsi e aver chiamato il 118, si è sottoposto volontariamente agli esami tossicologici.

 

Una telecamera di videosorveglianza della stazione di servizio che dista pochi metri dal luogo dell'impatto ha ripreso proprio il momento in cui il furgone ha colpito la bici. Lo si apprende da fonti giudiziarie. Le immagini sono state acquisite dalla Procura di Trani che ha disposto l'autopsia sulle tre giovani vittime, anche per verificare se avessero assunto sostanze stupefacenti o alcol.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali