FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Napoli, 321 tessere elettorali in casa: tre persone arrestate a SantʼAntimo

La "banda" prometteva poche decine di euro in cambio del voto per il "proprio" candidato

Napoli, 321 tessere elettorali in casa: tre persone arrestate a Sant'Antimo

Tre persone sono state arrestate dai carabinieri a Sant'Antimo (Napoli), dove sono in corso le elezioni comunali, per aver promesso alcune decine di euro in cambio del voto per il "proprio" candidato. Nella casa dove si trovavano i tre, i militari hanno fatto irruzione trovando 321 tessere elettorali, in ognuna delle quali era inserito un facsimile della scheda di voto con l'indicazione dei candidati da scegliere.

I tre finiti in manette sono due incensurati, di 54 e 24 anni, e un pluripregiudicato di 41 anni. Il candidato in questione appartiene a una delle numerose liste civiche in lizza per le amministrative.

Su disposizione della Procura i carabinieri stanno restituendo le 321 tessere elettorali ai titolari, onde consentire loro l'esercizio del voto. Intanto il voto a Sant'Antimo prosegue. La città conta circa 34mila abitanti.

Il blitz dei carabinieri - Alcuni dei titolari delle tessere, sentiti dai carabinieri, hanno ammesso di aver consegnato il documento elettorale ai tre, con l'impegno di passare a riprenderlo e di votare per il candidato indicato nel facsimile di scheda all'interno, in cambio di somme di denaro oscillanti fra i 30 e i 50 euro. I militari, insospettiti dall'insolito viavai, hanno fatto irruzione nella casa del 54enne, un disoccupato, scoprendo i tre alle prese con tessere e pubblicità elettorali.

L'amministrazione uscente è guidata dal sindaco Francesco Piemonte, alla guida di una amministrazione di centrodestra, che non si è ripresentato. Sei i candidati sindaco in lizza: Aurelio Russo (Pd più civiche), Nicola Chiantese (M5s), Corrado Chiariello (Fi, Nuovo Psi e civiche), Adriana Palladino (Udc), Giuseppe Italia (Dema e una civica), Salvatore Castiglione (Fdi più civica). Al momento non si conoscono i nomi degli arrestati Né è stato reso noto il nome dei candidati indicati nei facsimile di scheda contenuti nelle tessere elettorali.

Candidato sindaco: "Vergogna criminale" - "Gli arresti delle ultime ore per compravendita di schede elettorali denotano un modo di fare vergognoso e criminale che nulla ha a che fare con la politica. Un modo di fare delinquenziale, lontanissimo dalla mia idea di politica e di amministrazione della cosa pubblica". E' quanto ha dichiarato il candidato sindaco del centrodestra a Sant'Antimo, Corrado Chiariello. Secondo gli inquirenti, di una lista civica della sua coalizione fa parte il candidato consigliere a favore del quale si spendeva la banda scoperta oggi dai carabinieri.

"Ho massima fiducia nella magistratura e nelle forze dell'ordine, a cui chiedo un rapidissimo accertamento delle responsabilità. Perché accertare le responsabilità del singolo è fondamentale per non condannare in toto la politica, che per me da sempre è servizio ai cittadini", ha sottolineato il candidato sindaco. Chiariello, 45 anni, vicesindaco uscente di Sant'Antimo, guida una coalizione composta da Forza Italia, Nuovo Psi e varie liste civiche.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali