FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Inchiesta rifiuti in Campania, indagato anche il figlio di De Luca

Nella stessa inchiesta risulta indagato anche lʼesponente di FdI Luciano Passariello

Anche Roberto De Luca, assessore comunale a Salerno del Pd e figlio del governatore della Campania Vincenzo De Luca, è indagato nell'inchiesta della Procura di Napoli che giovedì ha portato a una serie di perquisizioni in uffici regionali. Nella stessa inchiesta, che riguarda appalti per lo smaltimento dei rifiuti, risulta indagato anche Luciano Passariello, consigliere regionale campano di FdI e candidato alla Camera alle prossime elezioni politiche.

Il coinvolgimento di De Luca nell'inchiesta è collegato a un video pubblicato da Fanpage.it (uno dei sette di una videochiesta sul traffico di rifiuti) in cui si vede un finto imprenditore trattare con De Luca in riferimento ad appalti per lo smaltimento delle ecoballe. De Luca jr, pur non parlando mai in qualità di assessore, vanterebbe la possibilità di intervenire a livello regionale, proponendo il nome di alcuni intermediari necessari per facilitare la chiusura dell'affare.

Perquisita l'abitazione e lo studio di Roberto De Luca - Agenti della Squadra mobile e dello Sco nella notte hanno eseguito una perquisizione nell'abitazione e nello studio professionale di De Luca jr. Nelle stesse ore sono state eseguite altre perquisizioni legate all'inchiesta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali