FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Reggio Calabria, uccide il marito nel sonno con una roncola: arrestata

Tra i coniugi cʼerano da tempo rancori e dissapori legati alla morte del figlio, ucciso nel 2008 al culmine di una lite

I carabinieri hanno arrestato una donna, la 63enne Maria Giuseppina Barca, accusata di aver ucciso nel sonno il marito, il 71enne Rocco Cutrì, colpendolo alla testa con una roncola. E' accaduto a Castellace di Oppido Mamertina, in provincia di Reggio Calabria. Tra i coniugi c'erano da tempo rancori e dissapori legati alla morte del figlio, Domenico, ucciso nel 2008 al culmine di una lite.

La vittima sarebbe stata vicina alla cosca della 'ndrangheta "Alvaro-Violi-Macrì" e, inoltre, era il suocero di Carmine Alvaro, presunto esponente di spicco del gruppo criminale. La roncola utilizzata per compiere l'omicidio è stata trovata nel giardino di una vicina casa disabitata.

Secondo i carabinieri, Cutrì avrebbe trascorso la mattinata a casa con la moglie e dopo pranzo si sarebbe steso sul letto prendendo subito sonno. La moglie, quando si è accorta che il consorte si era addormentato, ha preso la roncola e lo ha colpito con violenza alla testa, provocandone la morte istantanea.

L'altro figlio della coppia che era in casa con i genitori ha chiamato il 118, ma ogni tentativo di prestare soccorso all'uomo si è rivelato inutile. Dalle indagini è emersa ben presto la responsabilità nell'omicidio della donna, arrestata con l'accusa di omicidio volontario aggravato e portata nel carcere di Reggio Calabria.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali