FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Brindisi, a scuola divise diverse per maschi e femmine: genitori furiosi

A Francavilla Fontana la decisione del dirigente di un istituto cittadino: pantaloni e cravatta per i ragazzi, gonne e collant per le ragazze. Per protesta i genitori organizzano una raccolta firme

 scuola, primo giorno di scuola

Per alcuni una decisione bigotta e anche dispendiosa. Per altri una trovata felice, che ricorda le scuole anglosassoni. Di sicuro la decisione di Adelaide D'Amelia, preside del terzo istituto comprensivo di Francavilla Fontana, il "De Amicis - San Francesco", fa discutere in città e non solo. Da quest'anno gli alunni dovranno indossare pantaloni e cravatta, le ragazze gonne e collant. Molti genitori sono contrari e organizzano una raccolta firme per obbligare la dirigente al passo indietro.

La preside si difende - Assist agli stereotipi di genere o decisione che sensibilizza al rispetto del corpo femminile? I genitori dell'istituto comprensivo "De Amicis - San Francesco" di Francavilla Fontana, nel brindisino, propendono per la prima opzione, la preside Adelaide D'Amelia si giustifica invocando la seconda. Il dibattito è aperto dopo la decisione di quest'ultima di imporre pantaloni e cravatta ai bambini e gonne fino al ginocchio e collant alle alunne. 

 

"Danneggia le famiglie" - I genitori lamentano anche i costi eccessivi imposti dalla nuova regola: 35 euro circa a bambino, rispetto ai 10 di un grembiule tradizionale, senza includere il ricambio e altri 20 euro per il maglione invernale. La preside invece la pensa in tutt'altro modo: "I costi delle divise saranno ammortizzati nel medio periodo, perché la gonna è lunga fino al ginocchio e ha l’elastico regolabile. Per i ragazzi, invece, potrebbe evitarsi il logo anche sulla camicia, preferendolo solo sulla cravatta". Quanto alla questione di genere, invece, la preside sottolinea che "la gonna indossata a scuola lascerà comprendere che il corpo femminile richiede profondo rispetto e ossequio della sua dignità e personalità". 

 

Raccolta firme - Ma le ragioni della dirigente non hanno soddisfatto i genitori. Nemmeno la presa di posizione dell'assessore comunale alla Pubblica Istruzione, Sergio Tatarano, che ha invitato la preside a cambiare idea, ha smosso la situazione. E così le famiglie hanno deciso di organizzare una raccolta firme di fronte all'istituto fissata per giovedì 17 settembre alle 19. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali