FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bergamo, scoperta una telecamera nel bagno delle maestre: indagato il sindaco di Albano Sant’Alessandro

Il primo cittadino e insegnante delle elementari avrebbe ammesso: "Era un gioco erotico con una collega sposata"

Maurizio Donisi, sindaco del comune bergamasco Albano Sant’Alessandro e maestro elementare, è indagato per interferenze illecite nella vita privata dopo che una collega ha scoperto una microcamera nascosta nel bagno delle insegnanti dell'istituto comprensivo Albano. La donna ha sporto una denuncia contro ignoti, ma Donisi, secondo il Corriere della Sera, avrebbe ammesso la propria responsabilità sostenendo che si trattava di un gioco erotico concordato con una collega sposata, di cui non ha voluto fare il nome per proteggerne la privacy. 

La microcamera nascosta nel bagno, stando ai primi accertamenti degli inquirenti riportati dal quotidiano L'Eco di Bergamo, sarebbe risultata collegata al cellulare del primo cittadino. Successivamente sono stati controllati anche gli altri bagni dell'edificio, compresi quelli riservati agli alunni, dove però non è stato trovato nulla di anomalo. "Posso solo rassicurare i genitori che stiamo seguendo da vicino quanto accaduto", ha detto la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Patrizia Graziani.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali