FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Benevento, lieto fine per il centro polivalente a rischio chiusura | Mastella: "Saldati i 40mila euro di morosità"

Operatori e familiari si erano battuti con la campagna social #chiudetecitutti. Il sindaco e Don Nicola De Blasi pagheranno il debito in 24 rate mensili

Il centro polivalente di Benevento "E' più bello insieme" non chiuderà. Operatori e familiari dei disabili che frequentano la struttura si erano battuti sui social con la campagna #chiudetecitutti fino al 27 giugno, quando al termine di una riunione con l'amministrazione comunale è arrivata la buona notizia. Tgcom24 ha sentito il sindaco di Benevento, Clemente Mastella: “Si è risolto tutto per il meglio – ha detto – L’associazione aveva degli arretrati da 40mila euro che sono stati pagati da me in persona e da Don Nicola De Blasio”. “La cosa singolare – spiega Mastella – è che il sindaco di tasca propria ha dato soldi al suo Comune per scongiurare la chiusura del centro".

Nella riunione si è discusso delle ragioni del contenzioso e delle possibili soluzioni. Ciò che pesava di più, però, nella decisione finale era il debito di 40mila euro che ora sarà pagato in 24 rate mensili dal sindaco e da Don De Blasi (dirigente della Caritas), perché i ragazzi del centro possano continuare a usufruire di una struttura attiva sul territorio da ormai 17 anni.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali