FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Matera, migrante perde la madre e i carabinieri gli pagano il biglietto per andare al funerale

Un giovane tunisino disoccupato chiede aiuto alle forze dell’ordine, loro fanno una colletta per permettergli di salutare la madre morta a Napoli

Matera, migrante perde la madre e i carabinieri gli pagano il biglietto per andare al funerale

La morte della madre lo aveva già distrutto, ma sapere di non poterle dare l’ultimo saluto dev'essere stato troppo per un giovane migrante tunisino che ieri disperato è corso alla stazione dei carabinieri di Bernalda, a Matera, perché non sapeva come raggiungere la madre morta a Napoli. Le forze dell’ordine non potevano restare indifferenti e hanno deciso di adoperarsi per il giovane in difficoltà.

Infatti il ragazzo tunisino vive a Matera ma aveva lasciato la sua famiglia nella città partenopea. Da qui la sorella lo ha chiamato per informarlo della morte della madre. Purtroppo però il migrante, disoccupato ma con regolare permesso di soggiorno, non aveva i soldi necessari per pagarsi il viaggio. Disperato, è andato dai carabinieri. Le forze dell’ordine, dopo aver verificato la storia, hanno deciso di organizzare una colletta per acquistare il biglietto dell’autobus per arrivare a Napoli. Il giovane è così riuscito a dare il suo addio alla madre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali