FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bari, 16enne ha la leucemia: il fratello di 13 anni gli dona il midollo osseo

Il paziente ha reagito bene allʼintervento ed è stato dimesso, nei prossimi mesi si potranno valutare gli effetti del trattamento

Ha compiuto 16 anni nel reparto di ematologia del Policlinico di Bari per una leucemia linfoblastica acuta in recidiva. Dopo le terapie iniziali, gli ematologi hanno deciso di sottoporre il ragazzo a un trapianto allogenico di midollo osseo. Donatore: il fratellino di 13 anni. Il paziente ha reagito bene all'intervento ed è stato dimesso, nei prossimi mesi si potranno valutare gli effetti del trattamento.

"Abbiamo effettuato al Policlinico il primo trapianto con un paziente e un donatore entrambi in età pediatrica", annunciano il prof. Pellegrino Musto, direttore dell'unità operativa di ematologia e trapianto dove si è' svolto il trattamento, Nicola Santoro, direttore dell'oncoematologia pediatrica del Policlinico, e Paola Carluccio, responsabile del programma trapianti.

 

"La procedura è stata ben tollerata", evidenziano i medici. Con questo trattamento il Policlinico di Bari diventa dunque uno dei pochissimi centri dell'Italia meridionale ad effettuare trapianti per tumori in età infantile e adolescenziale, costituendo un polo di riferimento regionale ed extra-regionale per questi pazienti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali