FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Attentato di Manchester, ritrovata nel Salento una bottiglia con un messaggio della madre di una delle vittime

Il ricordo di Sorrell, 14 anni, arrivato sulle coste di Marciano di Leuca dopo aver percorso 2500 miglia in mare

Una bottiglia contenente foto e ricordi di una delle vittime dell'attentato alla Manchester Arena del 22 maggio 2017 è stata trovata sulla spiaggia di Torre Vado, nel tratto costiero di Morciano di Leuca, in provincia di Lecce. Gettata in mare probabilmente dalle coste britanniche, la bottiglia, sigillata con sughero e cera, dopo aver galleggiato per oltre 2500 miglia è stata scovata tra gli scogli da un operaio che stava ripulendo il tratto di costa per conto del Comune.

Al suo interno vi erano foto, preghiere e ricordi di Sorrell Leczkowski, una ragazzina di 14 anni finita vittima del kamikaze che si fece saltare in aria durante il concerto della cantante Ariana Grande, uccidendo 22 persone e ferendone oltre 200. "Nell’attimo in cui sei morta — recita un messaggio che porta la firma della madre — il mio cuore si è spezzato a metà. Un lato è pieno di dolore, l’altro è morto con te. Mi sveglio spesso di notte quando il mondo è addormentato e cammino lungo il viale dei ricordi con le lacrime sulle guance. Ricordarsi di te è facile. Lo faccio ogni giorno, ma la tua mancanza è un dolore al cuore, che non se ne va mai via. Ti tengo stretta nel mio cuore e lì rimarrai, fino a quando arriverà il giorno gioioso che ci incontreremo di nuovo". Dentro alla bottiglia sono stati rinvenuti anche alcune foto di Sorrell e un braccialetto di gomma di colore viola su cui sono incisi dei cuori, il nome della ragazza e la sua data di nascita.

La bottiglia e il suo contenuto - come scrive il Corriere della Sera - sono stati consegnati all'assessore all'ambiente di Morciano di Leuca Stefano Maggiore. Il sindaco Lorenzo Ricchiuti e l'intera amministrazione comunale si sono attivati per rintracciare i famigliari di Sorrell e invitarli nel Salento, per riconsegnare loro i ricordi della ragazzina.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali