FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sparatoria alla Questura di Trieste, diffuso il video della fuga del killer | Ecco Alejandro Meran armi in pugno per strada

Nelle immagini si vede il killer, che sembra scalzo, mentre tenta la fuga e prova anche a rubare una volante del 113

Diffuse le immagini riprese da una telecamera di sorveglianza, in cui si vede Alejandro Meran, l’omicida dei due poliziotti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, mentre spara con due pistole nell'atrio della Questura, dove ferisce il piantone di turno e lui stesso viene colpito. Poi il sudamericano fugge in strada e tenta di rubare un’auto e apre ancora il fuoco ad altezza d'uomo contro altri 7 agenti, prima di arrendersi.

Meran, che dalle immagini sembra essere scalzo, si muove come un pazzo, e per questo la Procura ha annunciato che chiederà una perizia psichiatrica sul sudamericano, che intanto è stato dimesso dall'ospedale e condotto nel carcere "Ernesto Mari" di Trieste.

 

Nel primo dei tre spezzoni del filmato, in particolare, Alejandro non impugna la pistola come se volesse sparare ma la tiene per la parte superiore, tra la canna e il
calcio, passandola da una mano all'altra nell'uscire dalla stanza vuota. 

 

Sulla vicenda, in particolare sulla polemica relativa alla sicurezza delle fondine, è intervenuto anche il capo della polizia, Franco Gabrielli: "Non c'è correlazione tra l'ipotetica inefficienza della fondina e l'episodio che ha visto la morte dei colleghi", sintetizza. Non negando, tuttavia, che il tema degli approvvigionamenti "esiste, perché abbiamo finanziamenti schizofrenici e siamo perennemente in affanno".

Sparatoria in Questura a Trieste, le immagini della fuga

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali