FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Aggressione al giornalista: la redazione di "Dritto e rovescio" risponde a Beppe Grillo

Il comico ha pubblicato un video di quanto accaduto a inizio settembre, ma dalla trasmissione di Paolo Del Debbio arriva la risposta: "Confermata lʼaggressione del nostro inviato"


Dopo il  caso dell'aggressione all'inviato della trasmissione di Rete 4 "Dritto e rovescio", Francesco Selvi, Beppe Grillo ha pubblicato un video per dimostrare che l'aggressione non ci sarebbe stata. Ma la redazione della trasmissione non ci sta e anzi sostiene che il video non farebbe che confermare quanto accaduto.

LEGGI ANCHE: "Dritto e Rovescio", Paolo Del Debbio attacca Beppe Grillo: "Sei stato un selvaggio, sei un poveretto"

 

Dallo staff della trasmissione condotta da Paolo Del Debbio la risposta è arrivata prontamente con un post su Facebook in cui si sostiene che "il video pubblicato nel blog di Beppe Grillo mostra in maniera evidente che c’è stata un’aggressione nei confronti dell’inviato Francesco Selvi". Il post si conclude facendo capire che il caso per quanto riguarda la redazione è tutt'altro che chiuso: "Attenzione quindi a giudizi troppi frettolosi - si legge -. Ci vediamo in trasmissione giovedì e nelle opportune sedi".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali