FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Abusi in Vaticano, la denuncia nellʼultimo libro di Gianluigi Nuzzi

In "Peccato originale" la vicenda testimoniata da un diacono polacco: una copia è stata depositata presso il Promotore di giustizia di San Pietro

Abusi sessuali ottenuti con l'intimidazione, consumati nel pre-seminario San Pio X, la comunità di adolescenti addetti alla sagrestia di San Pietro all'interno del Vaticano. A denuciarli un ex componente, un giovane polacco, Kamil Tadeusz Jarzembowski, che racconta la sua verità in "Peccato originale", il nuovo libro di Gianluigi Nuzzi. L'orco, questa volta, sarebbe un diacono, ora diventato prete, che tra il 2009 e il 2014 avrebbe abusato del suo compagno di stanza, davanti agli occhi di Kamil.

Vicenda, questa, verificata da Nuzzi che ha depositato copia del libro al Promotore di giustizia a San Pietro. Un'inchiesta interna, come documenta il volume, già è stata fatta dopo gli esposti di Kamil nel 2014, arrivando, però, a queste conclusioni: esclusa la pedofilia, sono stati allontanati l'accusatore e l'accusato.

Dal sesso ai soldi: in "Peccato originale" si raccontano anche le trattative segrete, durante il pontificato di Benedetto XVI, per far luce sul caso di Emanuela Orlandi e i recenti fatti sulla riforma delle finanze vaticane. "Penso che ci sia ancora attivo un gruppo di potere che ostacola le riforme di papa Francesco", è il commento di Nuzzi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali