FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Abusi su minori: accuse per il cardinale George Pell, tesoriere in Vaticano

Alcuni reati risalirebbero agli anni ʼ70, quando Pell era un semplice sacerdote in Australia, dove è nato. Il Papa gli concede un periodo di congedo perché possa difendersi

Il cardinale australiano George Pell, già arcivescovo di Melbourne e poi di Sydney e ora prefetto degli Affari economici del Vaticano, è stato accusato di gravi reati sessuali su minori. I crimini su cui indaga la polizia risalirebbero a fatti accaduti negli anni '70. La notizia conferma le indiscrezioni del Sydney Morning Herald online che aveva anticipato l'incriminazione del cardinale australiano. Pell ha sempre respinto ogni accusa.

I fatti contesti risalirebbero in parte agli anni tra il 1976 e il 2001, quando Pell era un semplice sacerdote a Ballarat, sua città natale: sarebbero relative a quel periodo due accuse secondo cui avrebbe toccato i genitali ai minori. Ci sarebbe poi un terzo accusatore che dice di averlo visto nudo in mezzo ad alcuni ragazzi. Altri abusi risalirebbero invece agli anni in cui Pell fu arcivescovo a Melbourne, tra il 1996 e il 2001.

Le notifiche di reato sono state consegnate dagli investigatori ai rappresentanti legali di Pell a Melbourne e presentate al tribunale davanti al quale il prelato è chiamato a comparire il 18 luglio.

Pell ha sempre respinto le accuse e non si è mai sottratto agli interrogatori. Era già stato interrogato in ottobre dalla polizia australiana a Roma sui reati degli anni 70. Si recherà ora in Australia per difendersi di nuovo, dopo aver ricevuto l'approvazione dei medici per il viaggio.

Congedato per potersi difendere - Il Papa ha concesso al cardinale un periodo di congedo per poter tornare in Australia. Il Pontefice è stato "messo al corrente del provvedimento" e "nel pieno rispetto delle leggi civili e riconoscendo l'importanza che il processo possa svolgersi in modo giusto" gli ha "concesso un periodo di congedo per potersi difendere".

"La Santa Sede - si legge in una nota diffusa dal portavoce Greg Burke - ha appreso con rincrescimento la notizia del rinvio a giudizio in Australia del cardinale per imputazioni riferibili a fatti di alcuni decenni orsono. Il Santo Padre, che ha potuto apprezzare l'onestà di Pell durante i tre anni di lavoro nella Curia romana, gli è grato per la collaborazione e, in particolare, per l'energico impegno a favore delle riforme nel settore economico e amministrativo".

Pedofilia nella Chiesa, le denunce arrivate in Vaticano

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali