FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Lite in chiesa, parroco accoltellato da 77enne a Trasacco (L'Aquila)

Il diverbio legato a questioni relative a una confraternita religiosa. Il sindaco augura pronta guarigione a don Francesco

Facebook/Comune di Trasacco

Il parroco di Trasacco (L'Aquila), don Francesco Grassi, è stato aggredito e accoltellato, al volto e alla gola, nella chiesa di Santi Cesidio e Rufino Martiri nel paese della Marsica.

L'aggressione sarebbe avvenuta a ridosso dell'altare, a seguito di una

lite

legata a questioni relative a una

confraternita religiosa

di cui fa parte l'aggressore, un 77enne del posto, che è stato arrestato dai carabinieri per

tentato omicidio

. Il sacerdote è stato trasportato a mezzo 118 al pronto soccorso dell'ospedale di

Avezzano

. Non è ferito in maniera grave.

L'augurio di pronta guarigione del sindaco

- "Desidero esprimere a nome di tutta la comunità e mio personale un sincero augurio di pronta guarigione e vicinanza in questo difficile momento a don Francesco Grassi". Lo ha detto Cesidio Lobene, sindaco di Trasacco.


L'aggressione

- Secondo indiscrezioni, nel corso di una riunione della chiesa Santi Cesidio e Rufino Martiri, l'anziano ex priore avrebbe avuto un acceso confronto con il sacerdote per le rielezioni ai vertici della Confraternita. Al culmine della discussione il parroco è stato colpito. Il 77enne sarebbe poi fuggito, ma è stato subito rintracciato dai carabinieri che lo hanno arrestato. Le indagini sono affidate ai carabinieri e sono coordinate dal procuratore Maurizio Maria, del tribunale di Avezzano.



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali